Anche Renzi rinvia il rientro dall'Afghanistan

Soldati Italiani in Afghanistan nel 2012 Soldati Italiani in Afghanistan nel 2012 G. Currado © Agr
In seguito all'annuncio del Presidente americano Obama che conferma la permanenza di 5.500 militari in Afghanistan, contrariamente a quanto promesso, anche oltre il 2016. E il Pentagono, che ha cambiato strategia dopo la presa di Kunduz da parte dei talebani, sta chiedendo agli alleati di fare lo stesso e quindi anche all'Italia.

A giugno Matteo Renzi, in visita a Herat, aveva chiesto ai militari di “restare ancora qualche mese”, ora il premier ammette che l’Italia sta “decidendo in queste ore” quale posizione tenere rispetto al rientro del nostro contingente, che comprende 750 soldati tra Herat e Kabul.

Quindi, una marcia indietro rispetto agli annunci fatti dieci mesi fa anche da parte del ministro della Difesa Roberta Pinotti, che in Parlamento aveva dato per certo il ritiro di quasi tutto il contingente entro fine anno: “Alla fine di ottobre 2015 terminerà la nostra presenza nell’area di Herat e rientrerà gran parte del contingente. A fine anno rimarranno in Afghanistan, nell’area della capitale, circa 70 nostri militari”. 

Video

Reportage Afghanistan 2012 G. Currado © Agr
Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI