Assemblea 2014 Rete Imprese Italia

Assemblea 2014 Rete Imprese Italia G. Currado © Agr
Si è svolta a Roma l’Assemblea 2014 di Rete Imprese Italia, il soggetto di rappresentanza unitario del mondo delle Pmi e dell’impresa diffusa promosso dalle cinque organizzazioni dell’artigianato, del commercio, dei servizi e del turismo: Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti.

I lavori sono stati aperti dalla relazione del Presidente di Confesercenti e Presidente di turno di Rete Imprese Italia Marco Venturi. Hanno partecipato i Presidenti di Casartigiani, Giacomo Basso, di CNA, Daniele Vaccarino, di Confartigianato, Giorgio Merletti e di Confcommercio, Carlo Sangalli e il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

“Le piccole e medie imprese italiane con dodici milioni di addetti - ha dichiarato Venturi - superano l'occupazione creata dalle grandi imprese tedesche e danno vita a più posti di lavoro di quanti ne offrano le grandi imprese italiane, francesi e spagnole messe insieme. L’attuale governo - ha aggiunto Venturi - è ancora una volta strano per la modalità di nascita, ma come emerge dalle scelte finora fatte è determinato a realizzare un forte processo di modernizzazione attraverso "obiettivi che anche noi sollecitiamo da anni".

Anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio a Rete Imprese Italia in occasione dell’annuale assemblea: "Il mondo delle piccole e medie imprese - ha scritto il Capo dello Stato - fornisce tradizionalmente un contributo determinante alla crescita dell'economia e dell'occupazione e deve pertanto essere sostenuto solo in politiche di respiro europeo, dirette a creare le condizioni per un rilancio della competitività".

“Ora non resta che correre e rischiare - ha dichiarato il ministro Poletti durante il suo intervento all’Assemblea - L'Italia è un paese «in ritardo e quando si è in ritardo, si dice dalle mie parti, bisogna correre e quando corri c'è il pericolo di prendere una storta». Il responsabile del Lavoro ha sottolineato che «noi non possiamo non correre questo rischio per recuperare quel gap che il paese ha accumulato negli anni. C'è bisogno di un grande passo avanti. Se non abbiamo la forza di prendere delle decisioni radicali l'Italia continuerà ad essere un paese che parte più lentamente».

  • Marco Venturi
  • Autore: G.Currado © Agrpress
  • Giacomo Basso
  • Autore: G.Currado © Agrpress

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI