Autostrade, abbattuto l'ultimo diaframma della Variante di Valico

Matteo Renzi con gli operai Matteo Renzi con gli operai Agr ©
Cade l'ultimo diaframma della Variante di Valico, alla presenza del presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Il premier è arrivato dentro la galleria, insieme ai vertici di Autostrade, che hanno definito l'evento "molto significativo" perchè chiude gli scavi del cantiere. "L'Italia dimostra di essere più forte di tutti i problemi che ha davanti a sè - ha detto Renzi - basta con la cultura del piagnisteo, con la pigrizia, con la rassegnazione, noi dobbiamo essere all'avanguardia".

L'abbattimento dell'ultimo diaframma di roccia all'interno dell'ultimo tunnel ancora da completare della Variante di valico: 59 kilometri complessivi, da Sasso Marconi a Barberino, di cui gran parte in galleria o in viadotto, che disegnano un percorso parallelo e alternativo destinato alleggerire i flussi di traffico nel tratto appenninico dell'Autostrada del Sole.

Alla cerimonia, svoltasi all'interno della Galleria Val di Sambro davanti a centinaia di operai della Cmb di Carpi e della Toto Costruzioni che negli ultimi 7 anni hanno lavorato al cantiere, erano presenti tra gli altri anche anche l'amministratore delegato di Autostrade Giovanni Castellucci, il viceministro alle infrastrutture Riccardo Nencini, e il presidente dimissionario dell'Emilia Romagna.

Un parterre d'onore per un passaggio che segna una svolta storica per un'opera che l'Italia attende da oltre 30 anni. Era il 1982 quando si iniziò infatti a parlare di Variante di Valico: nel 1996 parte l'iter amministrativo con il governo Prodi, ma solo dieci anni dopo nel 2006 arrivano le ultime autorizzazioni per far partire gli ultimi cantieri. Chiusi i lavori per le gallerie, mancano ora da completare alcuni tratti in superficie: la fine dei cantieri e l'apertura è prevista entro la fine del 2015.

Sulla visita di Renzi, che è solo l'ultimo presidente del consiglio ad entrare nel cantiere della Variante di Valico (il primo dei precedenti è quello di Romano Prodi, che inaugurò gli scavi nel 1998, seguito poi da altri, da Silvio Berlusconi ai diversi ministri delle infrastrutture), incombono però già le polemiche. Prima di tutto quelle del comitato di Ripoli, mobilitato dalla frana del 2010, che chiede maggiore impegno e investimenti per la cittadina

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI