DermArt 2012: in Campidoglio la Dermatologia incontra l'Arte

La prima giornata del convegno dedicato al rapporto tra dermatologia e arte, giunto alla sua IV edizione, si è chiusa con un tutto esaurito che ha registrato la partecipazione di oltre 250 persone.

01Biagio-Didona-Massimo-Papi

La prima giornata del convegno dedicato al rapporto tra dermatologia e arte, giunto alla sua IV edizione, si è chiusa con un tutto esaurito che ha registrato la partecipazione di oltre 250 persone.

Dermatologi, infermieri, cosmetologi e appassionati d’arte riuniti nella prestigiosa Sala della Protomoteca in Campidoglio per ascoltare gli interventi che hanno dato vita a un programma fitto e variegato.

Presenti anche il presidente dell’Assemblea Capitolina, Marco Pomarici e il vice presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Bruno Astorre, che hanno insignito i due patron dell’iniziativa, Massimo Papi e Biagio Didona, della medaglia d’argento con la riproduzione della statua di Giulio Cesare. Dopo il benvenuto dei due promotori, si è aperta la I sessione dal titolo “L’arte nella cura della pelle”: Sanità Militare; “Riti e magie nella cura delle verruche e dei porri”; ”L’Arte dell’armonia della pelle” e “L’arte di curare le ferite” sono stati i temi dei quattro interventi.

La seconda sessione, dedicata invece a “I segni sulla pelle”, ha permesso ai partecipanti di ascoltare tre relazioni, rispettivamente dedicate a “Segni e forme delle genodermatosi”, tumori della pelle e “anelli di fuoco” sulla cute. A seguire il conferimento del premio “Solidarietà” al prof. Aldo Morrone, direttore generale dell’Azienda ospedaliera San Camillo-Fornalini, “per la sua dignità solidaristica nei confronti dei migranti e dell’Africa”, ha tenuto a sottolineare il dott. Papi. La lettura magistrale “La sifilide nell’arte e nella letteratura” ha poi concluso la prima parte dei lavori e introdotto una delle novità dell’edizione 2012: la presentazione del libro “DermArt” (Ed. Mazzotta) di Massimo Papi, Biagio Didona e scritto con la collaborazione di Rosanna Fumai.

Il libro è un compendio delle tre edizioni precedenti, corredato da splendide immagini e redatto in italiano e inglese. A parlarne, insieme agli autori, Angela Andreina Rorro, curatrice per l’arte contemporanea dello GNAM di Roma, Martina Mazzotta e Pietro Bellasi della Fondazione Mazzotta. “Uno studio che parte dalla scienza – ha commentato Rorro durante la presentazione – può fecondamente avviare nuovi percorsi di ricerca”. Le fa eco Martina Mazzotta, secondo cui “eventi come DermArt sviluppano una coscienza critica diversa”.

Il pomeriggio ha riservato ai partecipanti due momenti di grande interesse ed emozione: innanzitutto la sessione “Moda e pelle e pelle…di moda”, tra le più originali dell’edizione 2012; a seguire la splendida lectio magistralis del medico tibetano Lama Lawang, che ha incantato il pubblico con il suo intervento dedicato a “La cura della pelle attraverso i dipinti e l’esperienza della medicina tibetana”.

A chiudere la prima giornata di “DermArt 2012”, la sessione “L’arte nella diagnosi”: dermatoscopia, capillaroscopia e “guanti” nella malattie cutanee sono stati i principali argomenti di discussione.

Domani, sabato 6 ottobre, a partire dalle ore 9.00, si aprirà la seconda e ultima giornata del convegno. Grande attesa per la Lettura magistrale, alle ore 10:45, della professoressa Ludovica Lumer, che parlerà del “Senso di sé tra arte e neuroscienze”.

A chiudere la due giorni di “DermArt”, una performance teatrale indimenticabile, per la prima volta in scena, in cui quattro dipinti celebri - "La grande guerra" di Magritte, "Il giovane malato" di Lorenzo Lotto, "La Fornarina" di Raffaello Sanzio e "Autoritratto con orecchio bendato" di Van Gogh - rivivranno grazie alla splendida interpretazione di Enzo Garinei, Pino Censi, Claudia Campagnola e Domenico Strati.

  • Biagio Didona, Massimo Papi, Marco Pomarici, Bruno Astorre
  • Autore: Nessun Dato
  • Biagio Didona, Massimo Papi
  • Autore: Nessun Dato

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI