Disoccupazione al 12,7%: diminuisce quella giovanile

Disoccupazione al 12,7%: diminuisce quella giovanile
Rivelati gli ultimi dati provvisori Istat che vedono un leggero aumento del tasso di disoccupazione.

Infatti nel mese di maggio aumenta dello 0,1% rispetto a quello di aprile e dello 0,5% rispetto a quello dello scorso anno. Rispetto al massimo storico del 12,7% di gennaio e febbraio i tecnici dell’Istat evidenziano però un “leggero miglioramento”. Sale così a 3 milioni e 222 mila il numero di disoccupati in Italia che vede, rispetto al mese precedente, +26 mila persone senza un lavoro e, su base annua, +127 mila. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,5% rispetto al mese precedente e dell’1% rispetto a dodici mesi prima.
Il tasso di inattività, pari al 36,3%, diminuisce di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,3 punti su base annua.
L’occupazione aumenta, su base mensile, solo per la componente maschile, con un +0,6 punti percentuali; diminuisce invece quella femminile con un -0,3%. Stesso discorso su base annua, dove l’occupazione aumenta tra gli uomini (+0,3%) e diminuisce tra le donne (-1,0%). In termini tendenziali il numero di disoccupati cresce sia per gli uomini (+2,2%) sia per le donne (+6,3%). Unico dato positivo quello dei giovani, dove il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è pari al 43%, con un calo di 0,3 punti percentuali rispetto al mese di aprile. I disoccupati tra i 15-24enni sono 700 mila; aumentano dell’1,6% nell’ultimo mese (+11 mila) e del 10,0% rispetto a dodici mesi prima (+64 mila).
Il tasso di inattività dei giovani tra 15 e 24 anni, pari al 72,8%, scende invece dello 0,6% nell’ultimo mese ma rimane tendenzialmente stabile negli ultimi dodici mesi.

Francescochristian Schembri
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato in Attualità
Francescochristian Schembri

Nato ad Agrigento dove vive e risiede, è giornalista pubblicista dal 2012. Ha collaborato con testate nazionali e locali e si occupa principalmente di tematiche politico-economiche. Laureando in giurisprudenza, ha maturato esperienze politico amministrative nel settore ambientale e delle politiche universitarie. Appassionato di studi storici, ha come hobby la lettura in ambito filosofico e storico.