Divorzio, nel 1974 il referendum che cambiò l'Italia

Divorzio, nel 1974 il referendum che cambiò l'Italia
Il 12 e 13 maggio 1974, 33 milioni di italiani sui trentasette milioni di aventi diritto al voto si esprimono sull’abrogazione della legge sul divorzio approvata nel 1970.

L'Italia vota quindi il primo referendum abrogativo della storia repubblicana e quello che finora ha raggiunto il quorum maggiore di votanti, l'87,72%.

Nei due giorni di voto, il 59,1% dei votanti si dichiara contrario all’abolizione della legge, confermando l'istituto introdotto in Italia nel 1970 con la legge Fortuna-Baslini, dal nome dei primi firmatari: il deputato socialista Loris Fortuna e il collega liberale Antonio Baslini.

Il venerdì precedente due manifestazioni chiudono la campagna referendaria: i promotori del “SI”, con la Democrazia Cristiana e Amintore Fanfani in testa, riempiono Piazza del Popolo; i promotori del “NO” all’abolizione della legge manifestano a Piazza Navona. Negli scatti proposti, Carlo Riccardi inquadra entrambe le piazze e i gli slogan dei partecipanti.

 

FOTOGALLERY
CLICCA QUI

Pubblicato in Attualità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI