Mercoledì 8 giugno 2011 sono stati consegnati, al Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica  Giorgio Napolitano, i premi Eni Award 2011. Il presidente di Eni, Giuseppe Recchi, e l'amministratore delegato, Paolo Scaroni, hanno illustrato al Capo dello Stato il premio assegnato da una commissione scientifica composta da 24 membri tra cui i due Premi Nobel Harold Kroto e Robert Richardson.

eni_awards_2011

Mercoledì 8 giugno 2011 sono stati consegnati, al Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica  Giorgio Napolitano, i premi Eni Award 2011. Il presidente di Eni, Giuseppe Recchi, e l'amministratore delegato, Paolo Scaroni, hanno illustrato al Capo dello Stato il premio assegnato da una commissione scientifica composta da 24 membri tra cui i due Premi Nobel Harold Kroto e Robert Richardson, rettori di universita', ricercatori e scienziati, espressione dei piu' importanti centri di studio e ricerca a livello mondiale.

"I premiati di questa edizione - si legge in una nota - si sono distinti per le loro ricerche nel campo delle nuove frontiere degli idrocarburi, delle energie rinnovabili e non convenzionali, della protezione dell'ambiente e nel debutto nella ricerca". Il premio 'Nuove frontiere degli idrocarburi' e' stato consegnato ex aequo a Gabor A. Somorjai, professore di chimica all'Universita' di California Berkeley, e a Martin Landro, professore di Geofisica applicata presso la Norwegian University of Science and Technology (NTNU) di Trondheim.

Il premio 'Energie rinnovabili e non convenzionali' e' stato ritirato da Gregory Stephanopoulos - Dow Professor di Ingegneria chimica e Biotecnologia presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), mentre Jean-Marie Tarascon, professore e direttore dell'Istituto di chimica dell'Universite' de Picardie Jules Verne, ha ricevuto il premio 'Protezione dell'ambiente'.

Due i premi 'Debutto nella ricerca', riservati a ricercatori under 30. Sono stati assegnati a Simone Gamba, del Dipartimento di Chimica 'G.Natta' del Politecnico di Milano, e a Fabrizio Frontalini, ricercatore dell'Universita' di Urbino.

Al Quirinale sono stati anche conferiti i premi annuali per l'Innovazione di Eni, riservati a tre team di ricerca che si sono particolarmente distinti per la qualita' e il livello di innovazione delle loro attivita'. Quest'anno i riconoscimenti sono stati attribuiti ai risultati della ricerca nel campo delle tecniche avanzate di prospezione degli idrocarburi, della formulazione di carburanti di alto pregio ambientale (il gasolio "formula Milano") e della trasformazione e valorizzazione di rifiuti organici come materia prima per la produzione di biocarburanti di seconda generazione.

 

G. Currado - Agrpress ©

{{google}}

  • Eni Awards 2011 - Giorgio Napolitano
  • Autore: Marino Paoloni
  • Giorgio Napolitano e Giuseppe Recchi
  • Autore: Marino Paoloni
  • Eni Awards 2011
  • Autore: Marino Paoloni
  • Paolo Scaroni, Giuseppe Recchi e Giorgio Napolitano
  • Autore: Marino Paoloni
  • Giuseppe Recchi e Giorgio Napolitano
  • Autore: Marino Paoloni
  • Eni Awards 2011
  • Autore: Marino Paoloni

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti


 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI