Esumata la salma di Arafat: si indaga su sospetto avvelenamento

Esumata a Ramallah la salma di Yasser Arafat, alla ricerca di prove di un sospetto avvelenamento.  

 Yasser-Arafat-agrpress

Esumata all'alba a Ramallah la salma di Yasser Arafat, alla ricerca di prove di un sospetto avvelenamento. I lavori sono stati condotti da esperti svizzeri, francesi, russi e palestinesi nel mausoleo in pietra calcarea intitolato al fondatore dell'Olp e primo presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, morto in misteriose circostanze in un ospedale militare a Parigi l'11 novembre 2004. Le operazioni si sono svolte dietro lo schermo di ampi teloni blu eretti tutto intorno al sepolcro nella Muqatah, il complesso dove risiede il successore di Arafat alla guida dell'Anp, Mahmoud Abbas alias Abu Mazen, e sulla sommità del quale è stata issata per l'occasione un'enorme bandiera palestinese. Dopo circa tre ore la salma è stata nuovamente tumulata.

I resti mortali dell'ex leader dell'Olp saranno sottoposti ad analisi autoptiche, che serviranno a verificare i sospetti secondo cui sarebbe stato assassinato con una contaminazione da polonio-210, un pericoloso isotopo radioattivo.

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI