Happy Birthday Web, la festa con Tim Berners Lee ‎

“Nel 1991 Tim Berners-Lee inventava il world wide web e rivoluzionava il mondo”. Sono passati vent’anni da quando, l’allora ricercatore del Cern, mise online la prima pagina web sotto forma di ipertesto e per la divulgazione di dati scientifici. Da allora, l’innovazione apportata dalla Rete non si è mai arrestata.

 Happy-Birthday-Web

“Nel 1991 Tim Berners-Lee inventava il world wide web e rivoluzionava il mondo”. Sono passati vent’anni da quando, l’allora ricercatore del Cern, mise online la prima pagina web sotto forma di ipertesto e per la divulgazione di dati scientifici. Da allora, l’innovazione apportata dalla Rete non si è mai arrestata. Ed ecco dopo 20 anni accendersi i riflettori sulla Capitale per Happy birthday Web, la festa di compleanno per celebrare due decenni di internet insieme a chi l’ha ideata ispirato dal motto “let the web serve humanity“, per garantire che fosse a servizio dell’uomo.

A partire dalle 10 al Tempio di Adriano si sono susseguiti gli interventi di filosofi, economisti e innovatori italiani e stranieri seguiti in in diretta “a rete unificata” sul sito dell’evento e su Altratv.tv. La giornata, condotta da Riccardo Luna, si è aperta con un dibattito sulla storia del web passando dall’esplosione della scrittura online e dalle ragioni per cui Google non è nato in Italia. Al centro, il futuro partecipativo della Rete, approfonditi con gli incontri sul progetto di Wikitalia e sulla ‘augmented democracy‘.

 "I governi devono usare il web come supporto - ha detto Tim Berners-Lee, il papà del web, ad una platea composta anche da giuristi come Stefano Rodotà, esperti del settore come Stefano Quintarelli e filosofi come Maurizio Ferraris - Aumentare l'accessibilità sia ai dati sia ai servizi su Internet può far risparmiare, rendere più efficienti e può accelerare molti processi. La rete è un valore economico e pubblico, la gente che vota deve essere informata. Bisogna iniziare a parlare di diritto all'accesso e di diritto a non essere spiati".

"Viviamo in un periodo in cui dobbiamo lottare affinché le forze commerciali non chiudano Internet. Dobbiamo fare in modo che il web rimanga gratis, aperto e neutrale", continua Berners-Lee, sottolineando la volontà a suo tempo di allargare il mezzo "a più persone possibili". Per inciso, Berners-Lee non ha mai brevettato la sua invenzione ed è per questo che tutti usiamo il World Wide Web senza pagare royalties ed è anche per questo che è diventato un potente strumento di diffusione di idee. "Tutti devono fare parte della società dell'informazione, é importante che le persone siano connesse - ha sottolineato Tim Berners-Lee -. In Italia è in rete il 51% della popolazione: è un dato su cui bisogna lavorare, cercando di non lasciare indietro neanche gli anziani. Se tutti si collegano i governi potranno usare il web come supporto, come è accaduto nel Regno Unito dove c'é stato un risparmio di costi e spostamenti per i servizi del 25% e dove tutti i ministeri hanno messo online i loro dati.

G. Currado

  • Riccardo Luna MAU_8278_1
  • Autore: Maurizio Riccardi
  • Happy birthday Web
  • Autore: Maurizio Riccardi

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti


 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI