IL TEATRO VALLE OCCUPATO OCCUPA IL LIDO DI VENEZIA

Venezia - Questa mattina un gruppo di giovani occupanti il Teatro Valle di Roma è sbarcato al Lido di Venezia e con un blitz ha occupato il Teatro Marinoni, sito nell’area dell’ex ospedale, al grido di “la bellezza non può attendere”. L’intenzione degli artisti occupanti è quella di far rivivere lo spazio dismesso con attività teatrali e culturali in concomitanza con la Mostra del Cinema.

Venezia - Questa mattina un gruppo di giovani occupanti il Teatro Valle di Roma è sbarcato al Lido di Venezia e con un blitz ha occupato il Teatro Marinoni, sito nell’area dell’ex ospedale, al grido di “la bellezza non può attendere”. L’intenzione degli artisti occupanti è quella di far rivivere lo spazio dismesso con attività teatrali e culturali in concomitanza con la Mostra del Cinema. Il gesto dimostrativo ha incontrato la solidarietà dei lavoratori veneziani delle arti visive in agitazione da diversi mesi. Gli occupanti, sul sito www.teatrovalleoccupato.it, denunciano: “La situazione attuale del teatro è gravemente compromessa: la rottura dei vetri consente l’ingresso ai depredatori e l’azione disgregatrice delle intemperie. Gli affreschi presentano i danni delle infiltrazioni d’acqua dal soffitto, mentre l’opera dei vandali ha danneggiato parti della vetrata con l’effigie del leone alato. Siamo di fronte al vergognoso abbandono di un bene storico ed artistico unico nel suo genere”.

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti