In piazza gli operai del solare

Sciopero generale nazionale e sit in davanti al ministero dello Sviluppo Economico dei lavoratori del settore fotovoltaico per protestare contro il decreto del marzo scorso, che rivede la politica di incentivi alle rinnovabili, fissando un tetto alla potenza installabile nel corso dell'anno.

minsvil_sciopero_fotov

Roma 21 Aprile 2011 - Sciopero generale nazionale e sit in davanti al ministero dello Sviluppo Economico, dei lavoratori del settore fotovoltaico per protestare contro il decreto del marzo scorso, che rivede la politica di incentivi alle rinnovabili, fissando un tetto alla potenza installabile nel corso dell'anno.

Striscioni, grida e bandiere davanti ad uffici vuoti, visto che il ministro Paolo Romani era al Senato per illustrare nel dettaglio la scelta annunciata ieri dal governo di cancellare tutte le norme varate per reintrodurre in Italia l'energia nucleare.

Nel pomeriggio è attesa una riunione decisiva della Conferenza Stato Regioni che dovrà mettere a punto le nuove regole, il cosidetto "quarto conto energia" reso necessario dalle disposizioni contenute nel decreto Romani. Bozza che non convince affatto però gli operatori del settore che hanno scritto al presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani chiedeno profonde modifiche. I punti lamentati nella missiva dalle associazioni di categoria sono molti: "Niente tutela dei diritti acquisiti, rischio blocco del settore con stop dei finanziamenti, niente tutela da incertezze e ritardi, meccanismi da semplificare". Perplessità accolte e trasformate nella richiesta, da parte delle Regioni, di rinviare l'incontro alla prossima settimana.

"Il ministro Romani ora predica bene ma continua a razzolare male - ha dichiarato Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, in piazza insieme ai manifestanti -Dopo lo stop al nucleare parla di un futuro legato alle fonti rinnovabili ma propone un provvedimento del tutto insufficiente a riparare i danni della coltellata alle spalle del precedente decreto sulle rinnovabili".

G.Currado


{{google}}

{jvslideshow}images/stories/gallerys/20110421_fotov/{/jvslideshow}

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti


 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI