Istat su reddito di cittadinanza M5S: “Costerebbe 14,9 MLD nel 2015”

Istat su reddito di cittadinanza M5S: “Costerebbe 14,9 MLD nel 2015”
Secondo l’Istat beneficerebbero del reddito minimo quasi 3 milioni di famiglie. I calcoli sono stati presentati dal presidente Giorgio Alleva in audizione al Senato.

Da quanto riportato dall’Istat, il reddito di cittadinanza costerebbe 14,9 miliardi nel 2015 e sarebbe destinato a 2 milioni e 760mila famiglie. Si tratta di un reddito minimo (qui i dettagli della proposta di legge) “volto al sostegno al reddito per tutti i soggetti residenti sul territorio nazionale che hanno un reddito inferiore alla soglia di povertà  al fine di garantire la pari dignità sociale e la partecipazione al progresso della nazione.” Concretamente, il reddito di cittadinanza garantisce al beneficiario il raggiungimento , anche tramite integrazione, di un reddito annuo netto pari a 7.200 euro stabilito in ordine alla soglia di povertà relativa, quantificata a partire dall’anno 2013 in 600 euro mensili netti. In cambio si chiede al beneficiario di fornire immediata disponibilità al lavoro presso i centri per l’impiego territorialmente competenti e intraprendere entro sette giorni il percorso di accompagnamento all’inserimento lavorativo, come si legge nella proposta di legge firmata M5S.

I costi considerati dall’Istat fanno riferimento al “costo totale del sussidio” per quanto riguarda il solo 2015. L’istituto nazionale di statistica ha calcolato, poi, facendo riferimento a un compenso di 9 euro l’ora, che la proposta di legge presentata dal M5s sul salario minimo orario porterebbe a1.560 euro mensili la retribuzione lorda base di un lavoratore a tempo pieno, portando l’Italia al secondo posto nella graduatoria Ue dei paesi che già possiedono lo strumento.

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI