"La generazione tradita" di Pier Luigi Celli

Arriva in libreria "La generazione tradita" di Pier Luigi Celli. Nel nuovo libro, presentato giovedì 25 novembre presso la  Galleria Oredaria a Roma, l'autore riprende le riflessioni della lettera di un anno fa a "Repubblica", intitolata "Figlio mio lascia questo paese". Ne hanno discusso con l’autore e con il coordinamento di Andrea Purgatori: Claudia Cucchiarato, Alessandro Rosina, Francesca Fornario, Federico Mello, Fabrizio Tonello, Igiaba Scego, Marco Iezzi e Peppe Provenzano,.
 

La_generazione_tradita

Arriva in libreria "La generazione tradita" di Pier Luigi Celli. Nel nuovo libro, presentato giovedì 25 novembre presso la  Galleria Oredaria a Roma, l'autore riprende le riflessioni della lettera di un anno fa a "Repubblica", intitolata "Figlio mio lascia questo paese".

Ne hanno discusso con l’autore e con il coordinamento di Andrea Purgatori: Claudia Cucchiarato, autrice del libro “Vivo altrove”, Alessandro Rosina, autore del libro “Non è un paese per giovani”,Francesca Fornario, giornalista, Federico Mello, autore del libro “L’Italia spiegata a mio nonno”, Fabrizio Tonello, professore di Scienza dell’opinione pubblica all’Università di Padova, Igiaba Scego, scrittrice e giornalista, Marco Iezzi, autore del libro “Gioventù sprecata”, Peppe Provenzano, autore del libro “Ma il cielo è sempre più su?”.

 Una generazione tradita da una società divisa, rissosa, individualista. Una generazione tradita da una politica faziosa, immorale e strafottente. Una generazione tradita dal suo Paese. Quel bel Paese in cui cultura e competenza sono requisiti trascurabili per accedere al mondo del lavoro e dove le aspirazioni di una generazione giovane vengono sacrificate a un sistema vecchio e malato. Pier Luigi Celli, che è stato direttore della Rai e oggi dirige l'Università Luiss Guido Carli, conduce con uno sguardo critico e impietoso un'indagine che scandaglia i sistemi educativi e gli intrighi della politica, i debiti della vecchia generazione e la lotta degli adulti contro i giovani. Dal suo punto di vista di manager di lungo corso, Celli recupera e sviluppa i temi che aveva lanciato in una provocatoria e assai discussa lettera a "la Repubblica", Figlio mio lascia questo Paese, fermamente determinato a trovare una risposta positiva possibile. C'è nell'aria un sentimento che ondeggia pericolosamente tra ineluttabilità, rassegnazione e voglia di riscatto. Solo un esame intransigente può restituire le condizioni per sperare e ricominciare. E, in questo, trova un suo senso preciso l'impegno di leggere pagine che sono, prima di tutto, un invito a guardare ai giovani con lungimiranza e generosità. Per prendere parte alla sfida. Per riconsegnare ai giovani la loro scommessa. Per rendere alla generazione tradita ciò che le spetta.

 
 
Foto Maurizio Riccardi © Agrpress
 

 

{{google}}

CLICCA SULLE IMMAGINI PER VEDERE LA GALLERIA FOTOGRAFICA

  • Presentazione “La generazione tradita” di Pier Luigi Celli_34
  • Autore: Maurizio Riccardi
  • Presentazione “La generazione tradita” di Pier Luigi Celli_33
  • Autore: Maurizio Riccardi

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI