Manifestazione a Montecitorio per dire no alle scorie nucleari in Sardegna

Manifestazione a Montecitorio per dire no alle scorie nucleari in Sardegna Foto Attilio Cristini
Diversi parlamentari sardi hanno manifestato davanti a Montecitorio contro l'ipotesi che la Sardegna venga scelta per lo stoccaggio delle scorie nucleari.

Le scorie radioattive, se arrivassero in Sardegna, ne minaccerebbero alcuni dei tesori che l'hanno resa famosa nel mondo, dai nuraghi ai cavallini della Giara. Ne sono convinti i parlamentari che hanno partecipato alla manifestazione davanti a Montecitorio per ribadire un "no non negoziabile" all'ipotesi di ospitare nell'isola il deposito nazionale unico dei rifiuti radioattivi. 

L'area indicata dalla Carta nazionale come idonea a ospitare il deposito si trova a pochi chilometri dalla celebre reggia nuragica di Barumini, patrimonio dell'Unesco, visitata ogni anno da turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Sempre in zona c'è il parco della Giara, coi boschi di sughero e lecci ma soprattutto casa degli omonimi cavallini. Famosi come 'fossili viventi', I cavallini della Giara, sono gli ultimi esemplari in Europa a vivere allo stato brado. Un patrimonio di biodiversità incompatibile con il deposito nucleare.

Pubblicato in Attualità, Ambiente

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.