Presentato GenEticaMente, centro sulle biotecnologie sostenibili

“Un progetto strategico di grande respiro che farà assumere all’Italia un ruolo d’avanguardia nel campo delle bio-scienze, sia a livello europeo sia nei confronti dei Paesi della zona Sud e Est del Mediterraneo”. Così Mario Capanna, Presidente della Fondazione Diritti Genetici, ha presentato oggi in conferenza stampa “GenEticaMente”, Polo euro-mediterraneo di ricerca scientifica partecipata, alta formazione, comunicazione nel settore delle biotecnologie, cuore del piano di sviluppo quinquennale della Fondazione Diritti Genetici.

 

mariocapanna-nichivendola25 gennaio 2011 - “Un progetto strategico di grande respiro che farà assumere all’Italia un ruolo d’avanguardia nel campo delle bio-scienze, sia a livello europeo sia nei confronti dei Paesi della zona Sud e Est del Mediterraneo”. Così Mario Capanna, Presidente della Fondazione Diritti Genetici, ha presentato oggi in conferenza stampa “GenEticaMente”, Polo euro-mediterraneo di ricerca scientifica partecipata, alta formazione, comunicazione nel settore delle biotecnologie, cuore del piano di sviluppo quinquennale della Fondazione Diritti Genetici.
Alla conferenza stampa erano presenti Gianni Letta, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri; Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia; Vincenzo Tassinari, Presidente di Coop-Italia; Enzo Paliotta, Sindaco di Ladispoli
“E’ nota, purtroppo, la scarsità di investimenti dell’Italia nel campo della ricerca: vi dedichiamo appena l’1 per cento del PIL, a fronte, per esempio, del 2,3 della Francia e del 2,5 della Germania – ha spiegato Capanna. “Con un investimento nel progetto di 20 milioni di euro nel periodo 2011-15, la Fondazione Diritti Genetici vuole invece operare concretamente per invertire questa tendenza”.
Tra i sostenitori di GenEticamente ci sono la Presidenza del Consiglio dei Ministri, sette Ministeri, Coop-Italia, Regione Lazio, Comune di Roma, Regione Puglia.
“E’ molto importante l’impegno dimostrato in proposito dal governo – ha aggiunto il Presidente della Fondazione Diritti Genetici – in particolare dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianni Letta, senza il quale non sarebbe stato possibile siglare il Protocollo di intesa tra la Fondazione, i ministeri per i Beni Culturali, Istruzione, Università e Ricerca, Ambiente, Politiche Agricole, Sviluppo Economico, Affari Esteri, Politiche Europee.”
Capanna ha poi illustrato alcuni contenuti scientifici del progetto.
“GenEticaMente aprirà una nuova frontiera nella ricerca scientifica italiana ed europea, quella delle biotecnologie sostenibili alternative agli Ogm (che tante polemiche e conflitti sociali e politici hanno creato) e quella della "ricerca partecipata", un modello diffuso a livello internazionale ma quasi del tutto assente nel nostro paese, che vede il coinvolgimento della società nelle scelte che riguardano l'innovazione.”
“GenEticaMente si svilupperà anche a livello internazionale – ha continuato il Presidente della Fondazione Diritti – in particolare verso il Canada, esempio di applicazione della ricerca partecipata; verso l'Europa, fornendo uno strumento efficace per la realizzazione della strategia di “Europa 2020”; verso il bacino euro-mediterraneo, nel quale realizzerà trasferimento tecnologico riguardante le biotecnologie sostenibili, un’occasione preziosa che permetterà all’Italia di svolgere un ruolo centrale per la costruzione di una comunità euro-mediterranea foriera di dialogo, di buon vicinato e di pace”.
"E' un progetto che merita attenzione e sostegno - ha spiegato il Sottosegretario Gianni Letta - che segna la strada del futuro: un'idea nuova non affidata a un ente o ad una impresa ma ad una fondazione no profit, che inaugura un nuovo modello di ricerca partecipata, vicino a cittadini e consumatori".

 

Foto M. Riccardi © Agrpress 2011

{{google}}

CLICCA SULLE IMMAGINI PER VEDERE LA GALLERIA FOTOGRAFICA

  • Mario Capanna
  • Autore: Maurizio Riccardi
  • Conferenza Stampa - GenEticaMente
  • Autore: Maurizio Riccardi

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI