Protesta al Pigneto (Roma): Basta con gli aumenti….delle droghe

"No agli aumenti delle droghe, noi la crisi non la paghiamo" è la sintesi delle centinaia di manifesti che spiccano tra réclame di locali, pub e concerti a via del Pigneto a Roma,

 crisi-droga-pigneto

"No agli aumenti delle droghe, noi la crisi non la paghiamo" è la sintesi delle centinaia di manifesti che spiccano tra réclame di locali, pub e concerti a via del Pigneto a Roma, sui muri che fiancheggiano il mercato, al Ponte di Ferro e che ricordano i tempi del "Male", il feroce e vagamente eversivo periodico satirico degli anni 70.

"Basta con gli aumenti" si legge all'inizio. Poi quattro simboli grafici con la lista degli aumenti: cocaina, 80 euro al grammo, più 12%, marijiuana, 12 euro, più 20%, ecstasy 40 euro, più 25%, eroina 30 euro, più 16%.
Sotto le illustrazioni, la protesta che ha qualcosa di delirante: "Le sostanze stupefacenti sono uno strumento di sintonizzazione e di sincronizzazione dei tempi di vita del lavoro, precario e intermittente. L'aumento del prezzo di tali sostanze è un attacco indiscriminato alla nuda vita della classe operaia. Noi la crisi non la paghiamo". Firmato: "Dipendenti a tempo indeterminato", con un gioco di parole tra lavoratori dipendenti e dipendenza dalle droghe.
Una protesta sui generis insomma, la crisi porta anche questo.

  • Manifesti contro aumenti delle droghe -10
  • Autore: Agrpress
  • Manifesti contro aumenti delle droghe -12
  • Autore: Agrpress

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.