Quarto Savona Quindici | Una teca a Roma per ricordare la strage di Capaci

Quarto Savona Quindici | Una teca a Roma per ricordare la strage di Capaci Maurizio Riccardi © Agr
Il 23 maggio 1992 sull’autostrada A29, nei pressi dello svincolo per Capaci, vicino Palermo, un ordigno fece esplodere l’auto su cui viaggiavano il magistrato Giovanni Falcone e la moglie Francesca Morvillo e quella della sua scorta, in uno degli attentati mafiosi più sanguinosi della storia recente.

FOTO - Dal 24 al 31 gennaio a Roma presso la Galleria Alberto Sordi a piazza Colonna sarà esposta la teca contente i resti della Croma blindata su cui viaggiava la Quarto Savona 15 composta da Vito Schifani, Rocco Dicillo e il caposcorta Antonio Montinaro.

Quarto Savona Quindici: la memoria in viaggio è il nome del progetto promosso dalla Regione Lazio per permettere ai cittadini e soprattutto ai più giovani di rendere omaggio agli uomini della scorta di Giovanni Falcone che persero la vita nell’attentato insieme al magistrato e alla moglie.

«È il simbolo di uno degli eventi più terribili della storia d’Italia. La Quarto Savona Quindici rappresenta un monito perenne per non dimenticare la strage di Capaci e tutte le vittime innocenti delle mafie. Abbiamo sentito il dovere di organizzare la tappa romana di un viaggio che, grazie a Tina Montinaro e alla Polizia di Stato, percorre le città dell’Italia per affermare che la memoria di uomini straordinari che hanno perso la vita per la democrazia è viva solo se tutti insieme riusciamo a trasformarla in impegno quotidiano contro tutte le mafie» le parole del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti all’inaugurazione dell’esposizione. Presenti anche il Ministro della giustizia Andrea Orlando e Tina Montinaro, vedova del caposcorta Antonio e fondatrice dell’associazione Quarto Savona Quindici.

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI