Sciopero Cgil: "In piazza oggi per lavorare domani"

Nelle piazze italiane hanno sfilato con la Cgil migliaia di persone per protestare contro una manovra considerata iniqua e per chiedere come ha fatto il segretario generale Susanna Camusso ''un passo indietro'' per evitare ''il baratro''. Sempre oggi hanno scioperato anche i sindacati di base contro una manovra che ''esprime odio di classe verso i lavoratori''.

Sciopero_Generale_CGIL_-_Camusso

Nelle piazze italiane hanno sfilato con la Cgil migliaia di persone per protestare contro una manovra considerata iniqua e per chiedere come ha fatto il segretario generale Susanna Camusso ''un passo indietro'' per evitare ''il baratro''. Sempre oggi hanno scioperato anche i sindacati di base contro una manovra che ''esprime odio di classe verso i lavoratori''.

"Quando si è sull'orlo dell'abisso bisogna fare un passo indietro - ha affermato il Segretario della CGIL Susanna Camusso - il paese è in una situazione molto difficile e per questo abbiamo proposto una contromanovra che ha esattamente gli stessi saldi, perché pensiamo che bisogna intervenire rapidamente ma se si fa il passo sbagliato si entra nell'abisso, invece che fare un passo indietro".

Puntuale e immediata la consueta guerra di cifre. Secondo le prime rilevazioni da parte della Cgil, l'adesione media allo sciopero generale su tutto il territorio nazionale e in tutti i settori, e' del 58%. Per la Fiom, quasi l'80% dei lavoratori della Powertrain di Mirafiori (ex Meccaniche) hanno aderito alla protesta. Sul fronte opposto la Fiat, secondo cui l'adesione fra gli operai e gli impiegati degli stabilimenti Fiat in Italia del primo turno e del turno centrale e' stata del 15%.

 

G. Currado

 

  • Susanna Camusso
  • Autore: G. Currado
  • Sciopero Generale CGIL 03
  • Autore: G. Currado

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti


 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI