+talk-show: perché l'italia non è un paese per giovani

"Non siamo un paese per giovani", il tema di +talk-show per Roma InConTra-Ara Pacis. Nella cornice dell'Ara pacis Enrico e Iole Cisnetto approfondiscono, insieme a importanti ospiti del programma, le ragioni di dati così allarmanti sull'occupazione giovanile e di un profondo disagio generazionale.      

"Non siamo un paese per giovani", il tema di +talk-show per Roma InConTra-Ara Pacis. Nella cornice dell'Ara pacis Enrico e Iole Cisnetto approfondiscono, insieme a importanti ospiti del programma, le ragioni di dati così allarmanti sull'occupazione giovanile e di un profondo disagio generazionale.

20121022 821 

Enrico e Iole Cisnetto presentano: "Non siamo un paese per giovani" tema sul quale verte l'appuntamento di +talk -show, per Roma InConTra-Ara Pacis, presso l'Auditorium dell’Ara Pacis. Usciti da scuole e università mediocri, il 35% dei ragazzi è disoccupato. E sono oltre due milioni gli under 35 “scoraggiati” che né studiano né cercano lavoro. Tra bamboccioni per comodità e per necessità e precari veri e finti, si cercano le ragioni profonde del disagio di una generazione che non crede nel futuro. Ne discutono: Cesare Romiti, presidente Fondazione Italia-Cina, autore con Paolo Madron de “Storia segreta del capitalismo italiano” (Longanesi), Michel Martone viceministro Lavoro e Politiche Sociali, Enrico Giovannini presidente Istat, Alessandro Rosina professore di Demografia Università Cattolica Milano e autore de “Non è un paese per giovani. L’anomalia italiana: una generazione senza voce” (Marsilio), Luigi Brugnaro presidente Umana “Dettoquesto” con Alessia Bottone, fondatrice e curatrice del blog “da Nord a Sud” e Antonio Aloisi, rappresentante Studenti Università Bocconi di Milano. La trasmissione andrà in onda in differita sulle emittenti regionali e sui canali Sky 511 e 515.

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI