Tasi, Irpef, Imu: ecco le scadenze fiscali di giugno

Tasi, Irpef, Imu: ecco le scadenze fiscali di giugno
Sono state pubblicate sul sito del ministero dell’Economia l’elenco ufficiale delle scadenze fiscali del mese di giugno.

Un documento di ben 61 pagine che riguardano gli appuntamenti fiscali di famiglie e imprese, gran parte dei quali scadranno il giorno 16 di giugno.

Prima fra tutte, a scadere in quest’ultima data sono le imposte sui redditi. Per coloro che hanno già compilato il modello 730, entro il 16 giugno dovranno attendere lo specchietto riepilogativo da parte dei Caf o del consulente a cui ci si è rivolti. Nel caso in cui dalla dichiarazione emerge un debito per il contribuente, quest’ultimo sarà effettuato dal datore di lavoro con una detrazione in busta paga nel mese di luglio o, a scelta del dichiarante, scagionata a rate mensili.

Per coloro che invece hanno optato per la presentazione del modello Unico, la scadenza del 16 giugno riguarda il pagamento dell’eventuale saldo di imposta 2013 e la prima rata dell’acconto sulle imposte 2014. A queste si aggiunge anche il pagamento del saldo sulle addizionali comunali e regionali, nonché l’acconto sull’addizionale comunale. Si potrà anche pagare entro il 15 luglio, ma con una mora dello 0,40%.

Per coloro che hanno effettuato il cosiddetto ravvedimento operoso, la maggiorazione sarà dello 0,2% giornaliero, oltre agli interessi legali maturati e calcolati in ragione dell’1% annuo. Quest’ultima ipotesi varrà solo se il versamento verrà effettuato entro e non oltre il 30 giugno; se invece il contribuente pagherà entro il 15 luglio, bisognerà versare il 3% in più, oltre agli interessi legali.

Per la presentazione del modello Unico, c’è tempo fino al 30 settembre e se presentato in forma cartacea per conto di un defunto o per chi non ha sostituto d’imposta, potrà essere consegnato alle Poste.

In ogni caso, normalmente, il modulo dovrà essere obbligatoriamente inviato telematicamente o, in alternativa, registrandosi al sito dell’agenzia delle Entrate o servendosi di un intermediario abilitato.

Imprese | Anche per le imprese il 16 giugno è una data importante per il pagamento del saldo 2013 e l’acconto Ires 2014, l’Irap, nonché l’Iva per coloro che effettuano i versamenti mensili. Scadenza che riguarderà anche il pagamento delle imposte immobiliari, prima fra tutte l’Imu. Quest’ultima dovrà essere pagata dai proprietari degli immobili diversi dall’abitazione principale non di lusso o assimilati. Se il comune di residenza lo prevede, sono esentati dal pagamento coloro che risultano ricoverate in case di cura, abitazioni date in comodato a figli o a un genitore solo se l’abitazione abbia una rendita catastale inferiore a 500 euro ed il comodatario un Isee inferiore a 15 mila euro.

TASI | Il 16 giugno si pagherà (se non ci saranno deroghe particolari) anche l’acconto della Tasi in quei 2200 comuni che hanno già deliberato e comunicato al ministero delle Finanze la propria aliquota.

Diversamente, negli altri comuni, la Tasi sarà versata a ottobre, anche se la certezza si saprà con le prossime decisioni del governo. Imu e Tasi si possono pagare sia con F24 sia con apposito bollettino postale.

Infine, la fatidica data del 16 giugno riguarda anche i proprietari di immobili che hanno optato per il regime fiscale della cedolare secca. Per questi vi sarà un prelievo forfettario del 21% sugli affitti a canone libero e del 15% per le locazioni a canone concordato.

Francescochristian Schembri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato in Attualità
Francescochristian Schembri

Nato ad Agrigento dove vive e risiede, è giornalista pubblicista dal 2012. Ha collaborato con testate nazionali e locali e si occupa principalmente di tematiche politico-economiche. Laureando in giurisprudenza, ha maturato esperienze politico amministrative nel settore ambientale e delle politiche universitarie. Appassionato di studi storici, ha come hobby la lettura in ambito filosofico e storico. 


 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI