Vaccino anticancro, nuovo studio con particelle di silicio

Vaccino anticancro, nuovo studio con particelle di silicio
Antigene tumorale “HER2” inserito all’interno delle particelle di silicio. Questa la nuova strategia nata dalla collaborazione di team americano e cinese.

Un recente studio, pubblicato sul periodico online “Cell Reports”, sottolinea come un vaccino contro il cancro può essere molto più efficace se vengono usate microparticelle di silicio. La dimostrazione sta negli innumerevoli esperimenti portati avanti da un team americano dello Houston Methodist research institute e del Weill Cornell medical college di New York, e scienziati cinesi della Huazhong University of science and technology. Stando a quanto riportato dallo studio, introducendo l’antigene tumorale all’interno dei microcanali delle particelle di silicio è possibile potenziare la risposta del sistema immunitario in quanto le difese dell’organismo sarebbero stimolate a riconoscere e distruggere le sole cellule cancerose. L’efficacia del vaccino potrebbe qiundi essere aumentata; Haifa Shen, coordinatore del team di ricerca, ha risposto ad alcune domande: “abbiamo dimostrato per la prima volta, non solo che le microparticelle possono essere utilizzate come vettori antitumorali team di ricerca, ma che sono anche in grado di stimolare la produzione di interferone. Inoltre queste microparticelle possono trasferirsi da una cellula all’altra, garantendo così una risposta immunitaria duratura da parte dell’organismo aggredito dal tumore. Con questa nuova strategia dopo una sola dose di vaccino anticancro, siamo riusciti a inibire completamente la crescita tumorale nei topolini di laboratori”.

Il recettore ormonale HER2 non è nuovo nel panorama medico, ma i tentativi di amplificare la risposta immunitaria si sono rivelati ad oggi poco efficaci.

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI