#VergognatiEuropa - Appello MSF ai leader europei

Loris De Filippi e Manu Moncada Loris De Filippi e Manu Moncada G.Guida © Agr
Loris De Filippi, presidente di Medici Senza Frontiere, e Manu Moncada, coordinatore delle operazioni di MSF per la migrazione in Italia, Grecia e Balcani, il 23 giugno hanno tenuto la conferenza stampa, in simultanea con Bruxelles, indetta per lanciare un appello ai leader europei perchè ripensino in modo radicale le proprie politiche migratorie, per offrire vie legali e sicure a chi cerca protezione in Europa.

L’appello di MSF viene promosso attraverso l’hashtag #VergognatiEuropa.

Un appello lanciato in vista del Consiglio Europeo del 25 e 26 giugno, in cui MSF chiede in modo specifico ai leader dell’Unione Europea di mettere a disposizione le risorse necessarie per consentire all’Italia e alla Grecia di assicurare protezione adeguata e condizioni di accoglienza umane nei luoghi di arrivo. Allo stesso tempo i governi di Italia e Grecia devono dimostrare un impegno concreto nel migliorare le condizioni di migranti e richiedenti asilo che giungono alle loro frontiere.

Loris De Filippi quando parla non utilizza mai le parole “immigrati” o “migranti”, ma sempre e solo “persone”, persone in fuga. Pone l’accento su quanto sia vergognoso che a fronte dell’estrema sofferenza di migliaia di persone vulnerabili, alcuni paesi membri dell’UE abbiano assunto posizioni ancora più estreme: la Francia e l’Austria hanno rinforzato i controlli alle frontiere; l’Ungheria ha annunciato la costruzione di un nuovo muro alla frontiera con la Serbia; l’Italia ha minacciato di impedire alle navi straniere di sbarcare i migranti sulle proprie coste. Ricorda in questo passaggio l’accordo tra Berlusconi e Gheddafi, quando effettivamente arrivavano meno barconi sulle coste italiane, ma le persone rimanevano in stato di detenzione in Libia, subendo violenze e soprusi.

  • Loris De Filippi e Manu Moncada
  • Autore: Gabriele Guida
  • Manu Moncada
  • Autore: Gabriele Guida

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI