Via Nazionale: sprint finale per la successione

La partita che deciderà il nuovo governatore della Banca d’Italia entra nel vivo questa settimana, dopo la nomina di Mario Draghi a presidente della Banca centrale europea. Ma la scelta del candidato in grado di creare il maggior consenso possibile ancora non è definita.

draghi_saccomanni_binismaghi

La partita che deciderà il nuovo governatore della Banca d’Italia entra nel vivo questa settimana, dopo la nomina di Mario Draghi a presidente della Banca centrale europea. Ma la scelta del candidato in grado di creare il maggior consenso possibile ancora non è definita.

Draghi inizierà l’incarico a Francoforte il primo di novembre e i prossimi giorni, a Roma, dovrebbero essere dedicati ai contatti istituzionali per fare il punto dopo il Consiglio europeo della scorsa settimana. A Bruxelles, venerdì, il premier Silvio Berlusconi ha parlato di una rosa di tre nomi per il posto che verrà lasciato vacante da Draghi: l’attuale direttore generale di Banca d’Italia Fabrizio Saccomanni, il direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli, e il consigliere esecutivo della Bce Lorenzo Bini Smaghi.

Nei giorni scorsi il nome dato per favorito è stato quello di Saccomanni, indicato come miglior garanzia per la continuità e l’indipendenza nella gestione dell’istituto in una congiuntura cruciale per il futuro dell’euro e per le finanze pubbliche. Grilli sarebbe invece il candidato favorito al ministero dell’Economia. La candidatura di Bini Smaghi è emersa chiaramente soltanto venerdì: il banchiere fiorentino ha dalla sua i sei anni d’esperienza nel braccio operativo dell’Eurotower.

La procedura, disciplinata dalla riforma del risparmio (legge 262 del 2005), prevede che la nomina sia disposta «con decreto del presidente della Repubblica, su proposta del presidente del Consiglio, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, sentito il parere del Consiglio superiore della Banca d’Italia».

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti


 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI