Maria Antonietta Conso

E’ stato sottoscritto nella giornata di ieri, martedì 31 maggio, nelle sedi della Fippa e della Fiesa-Confesercenti, dalla Federazione Italiana Panificatori, pasticceri e affini, insieme a Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil e Fiesa-Assopanificatori Confesercenti l’accordo di rinnovo del Contratto nazionale di lavoro della panificazione 2019-2022, scaduto il 31 dicembre 2018, che interessa circa 80mila lavoratrici e lavoratori.
All’Italia “serve una vera e propria ricostruzione”, partendo da un nuovo patto sociale tra imprese, governo e sindacati e da una nuova politica dei redditi, basato su lavoro di qualità, stabile, sicuro e non povero; crescita dei salari e recupero del potere d’acquisto eroso dall’inflazione agendo sul fisco e sulla contrattazione; riforme ed investimenti con l’utilizzo delle risorse del Pnrr e maggiore flessibilità per le pensioni.
Aumenti salariali, verifiche in itinere e forte accelerazione sulla bilateralità: sono questi gli elementi che costituiscono il nuovo contratto nazionale di lavoro per gli operai agricoli e florovivaistici, scaduto a dicembre 2021 ed in vigore fino al 2025. Nella notte tra lunedì e martedì scorsi l’accordo è stato rinnovato da Coldiretti insieme a Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil a Roma nella sede di Confragricoltura.
Guerra, speculazioni finanziarie e frumento sono tutte facce di una sola emergenza. Al World Economic Forum, la riunione annuale del Forum economico mondiale tenutasi a Davos dal 22 al 26 maggio, si è dibattuto sul grano ed i conseguenti rischi di carestia.
Domenica 5 giugno torna l’appuntamento con la Giornata Fai Cisl per la Cura dell’Ambiente, iniziativa giunta al quarto anno dopo aver fatto tappa con un’edizione speciale al Congresso, svoltosi recentemente in Puglia, con il titolo “RiGenerazione: persona, lavoro, ambiente”.
Dopo due anni di pandemia e con la guerra in Ucraina in corso, il settore agroalimentare è in una situazione fortemente instabile. L'aumento dei prezzi dei beni di prima necessità rischia di essere solo l'ultimo elemento di una tempesta perfetta.
“Terrà” il primo green forum della transizione energetica in programma dal 25 al 27 maggio prossimi all’Aurum di Pescara, organizzato dall’agenzia Mirus con la partnership del Centro di Rete8.
Il Professore e Presidente della Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale Emmanuele Emanuele, attento alle emergenze sociali, sanitarie, economiche e culturali che richiedono interventi rapidi ed efficaci, ha idealizzato European Green Deal Lab (EGDLab) - www.europeangreendeallab.it – una nuova piattaforma di informazione e formazione sui temi del Green Deal europeo, realizzata da Ambiente Mare Italia-AMI ETS, grazie al contributo della Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale e con la collaborazione della Rappresentanza in Itali della Commissione europea, al fine di rendere sostenibile l’economia dell’Unione europea lanciata dalla Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, l’11 dicembre 2019.
A causa del blocco dei porti in Ucraina da parte dei russi, milioni di tonnellate di cereali – tra grano, mais ed altri prodotti – sono in attesa di essere spedite con conseguenze sugli approvvigionamenti di numerosi Paesi in via di sviluppo, ma anche su quelli ricchi, ed il rischio di una possibile carestia.
“Siamo in un’economia di guerra; il rigassificatore si farà dove faremo prima a farlo” ed “in passato abbiamo sbagliato a ridurre la produzione di gas”.
Informativa

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.