Maria Antonietta Conso

 Dal 15 ottobre l’Italia sarà il primo Paese europeo in cui non si potrà entrare in nessun luogo di lavoro pubblico e privato senza un green pass valido in mano, inclusi anche i lavoratori esterni all’azienda o all’amministrazione e chi accede nelle strutture per “attività formativa”.
È stata prorogata di due settimane - fino a domenica 22 agosto 2021 - la mostra fotografica “Tanto pe’ canta’ - 100 anni di Nino Manfredi”, inaugurata a Minturno (LT) lo scorso 12 luglio.
Dopo il successo registrato nei mesi di lockdown, il settore agroalimentare continua il suo processo innovativo con un vero e proprio boom di nuove imprese che propongono soluzioni di economia circolare e perseguono uno o più degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, stabiliti dall’Agenda 2030 dell’Onu (SDG).
Via le auto a benzina e diesel entro il 2035, taglio allo smog industriale del 62 per cento, raddoppio dell’energia da fonti rinnovabili entro il 2030, più tasse sui carburanti. Queste sono alcune misure contenute nel “Green deal” europeo per affrontare l’emergenza climatica.
Il patto di filiera contro il caporalato, firmato mercoledì 14 luglio a livello interministeriale, “rappresenta un’importante azione di responsabilizzazione delle istituzioni nazionali e locali per combattere inquietanti fenomeni malavitosi che umiliano gli uomini e il loro lavoro e gettano un’ombra su un settore che ha scelto fermamente la strada dell’attenzione alla sicurezza alimentare e ambientale”.
Nel 2019 lavorava la metà delle donne. Un traguardo che, a causa della pandemia, è ormai lontano. Siamo scivolati indietro più degli altri Paesi.
Accordo finalmente raggiunto sulla futura Politica agricola comune, che entrerà in vigore il primo gennaio del 2023. Una futura Politica agricola comune più equa, verde e maggiormente basata sull’efficacia, che mira ad offrire un futuro sostenibile agli agricoltori europei.
Con il Decreto Sostegni bis, che ha colmato lacune lasciate dal primo Decreto firmato da Draghi, sono stati previsti sostegni per i lavoratori, sia dipendenti che a Partita Iva.
Nella giornata di ieri, mercoledì 23 giugno, si è tenuta una tavola rotonda in digitale dal titolo “Il vivaismo italiano post Covid-19. Esigenze, opportunità, sinergie”. E’ stato il primo incontro nazionale, promosso dalla Consulta nazionale florovivaismo Coldiretti, tra alcuni dei più importanti vivaisti italiani.
Il nostro Paese sta vivendo una fase delicata di transizione, nella quale la ripresa economica gioca un ruolo fondamentale. Deve essere la guida per la massima coesione sociale, in grado di creare lavoro stabile e sicuro, a partire dai giovani, dalle donne e dal Mezzogiorno.

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI