Stefania Brugnaletti

URL del sito web: http://www.awish.it
Stefania Brugnaletti

Architetto e curatrice di progetti di valorizzazione artistica. Fondatrice di a Wish Consultancy agenzia internazionale offre servizi di consulenza nel settore della creatività (architettura-artecontemporanea-moda). E' persona Interculturale plurilingue orientata verso nuovi indirizzi di ricerca. Esperta consulente d'arte è autrice di testi.

Parlare di arte fotografica a Parigi dopo i gravi fatti qui recentemente avvenuti, e in momenti di così difficile sopravvivenza, potrebbe sembrare frivolo. Eppure, alcune fotografie esposte sulle pareti della Maison Européenne de la Photographie non potrebbero narrarci meglio le emergenze che scatena una guerra.
Si, perché non agisce da solo l'orrore della deflagrazione di una bomba che uccide all'istante e che ferisce intere comunità: con lo scorrere delle immagini, nel ricordo delle stragi, l'orrore ha un compagno ancor più insidioso, invisibile agli occhi, ed è il dolore che forte incide profonde ferite nel cuore.
Parigi, alla galleria Lélia Mordoch, Miss Tic celebra trent'anni di carriera artistica con una nuova sorprendente mostra, e una pubblicazione dal titolo "Flashback, 30 ans de création" retrospettiva di un 'futuro che guarda alla memoria'.
Artcurial, famosa casa d'aste parigina, lancia una nuova edizione annuale di vendita all'asta dedicata alle opere realizzate da artisti di strada.
Debuttano a Parigi nell'autunno del 2015 diverse manifestazioni culturali che celebrano il 130° anniversario delle relazioni diplomatiche tra la Francia e la Corea. Molte le iniziative che investono la capitale di Francia attraverso una programmazione culturale con rassegne d'arte e progetti speciali, alla scoperta dell'arte pressoché sconosciuta di questo paese dell'estremo oriente.
Al Museo Bilotti di Roma, tre singole mostre sono riunite in un'esposizione che mette in risalto la spiritualità come influenza divina nei dissimili percorsi creativi del francese Yves Klein, del brasiliano Sidival Fila e dell'italiano Tito Amodei.
Fondata a Parigi, nel 2010, da Romain Tichit, YIA Art Fair (Young International Artists) nasce con l'ambizioso obiettivo di portare sostegno ai talenti emergenti.
Una delle prime importanti iniziative che segnano l'inversione di rotta nel considerare illegale o legale l'arte di strada, a Parigi si registra nel 2003, quando l'artista Jean Reaper fonda l'associazione Le M.U.R. (Modulable, Urbain, Réactif).
Non è una strada comune alla tante di Parigi: Rue Dénoyez, una di quelle tipiche stradine che si diramano tra le grandi arterie del tessuto urbano, è divenuta nota per le sue pareti interamente ricoperte di graffiti.
IADA -International Art Development Association- fondata nel 2013 da Dina Baitassova, Indira Dyussebayeva e Laurent Lehmann, è un'associazione culturale no-profit.

Fotonews

Paillettes sorridenti

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI