Al cinema torna "C'era una volta in America" versione integrale

A Roma, ritorna nelle sale dal 18 al 21 ottobre, C’era una volta in America nella versione restaurata e rimontata secondo le originarie intenzioni del regista, Sergio Leone. Un operazione di recupero e reintegro di un’opera imponente sulla mitologia del sogno americano.

A Roma, ritorna nelle sale, dal 18 al 21 ottobre, C’era una volta in America nella versione restaurata e rimontata secondo le originarie intenzioni del regista, Sergio Leone. Un operazione di recupero e reintegro di un’opera imponente sulla mitologia del sogno americano.

Cera-una-volta-in-america

Un grande ritorno al cinema quello dell’ultimo capolavoro di Sergio Leone, C’era una volta in America. Personale e coinvolgente visione del sogno americano del regista capace di guardare oltre miti e frontiere, e saper offrire al proprio pubblico uno spettacolo denso di dramma, azione e introspezione. Una storia “vecchio stile” che fonda la sua tragica epica sull’amicizia, sul tradimento, sulla solitudine e il rimorso. La versione presente in sala dal 18 al 21 ottobre, in esclusiva per il circuito The Space Cinema e proiettata in anteprima al 65° festival di Cannes il 18 maggio, non si limita ad offrire una pellicola semplicemente restaurata: per la prima volta a quasi trent’anni dalla realizzazione gli spettatori potranno godere del film così come l’aveva immaginato, voluto e girato originariamente Leone. Il film, della durata complessiva di quattro ore e diciannove minuti, supera di quasi quaranta minuti la versione ufficiale. Il lavoro dietro questo risultato per reintegrare le parti omesse e tagliate a fatica dal regista per esigenze produttive, tornano con sei blocchi di scene inedite, dopo un faticoso anno di recupero e restauro operato dalla Cineteca Bologna, con il supporto della famiglia Leone, storici del cinema, e la troupe originaria (il co-sceneggiatore Franco Ferrini, il produttore esecutivo Claudio Mancini, i montatori Patrizia Ceresani e Alessandro Baragli, il montatore del suono Fausto Ancillai). Dopo approfondite ricerche è stato possibile aggiungere il girato inedito dove Leone aveva pensato di inserirlo: utilizzando la sceneggiatura originale e i fotogrammi in testa e in coda delle scene tagliate, per identificare esattamente il luogo da cui erano state eliminate, insieme al doppiaggio originale. Un’operazione di recupero e salvaguardia nei confronti di un esemplare del patrimonio cinematografico e che consacra C’era una volta in America in quell’olimpo leggendario al quale accedono ormai davvero pochi film.

Qui il trailer

Pubblicato in Cinema

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI