Ant-Man. Primo alt cinematografico per i Marvel Studios

Ant-Man. Primo alt cinematografico per i Marvel Studios
Per metà superhero movie, per l’altra un film di rapina, l’ultimo cinecomic Marvel stecca e non centra l’obiettivo. A causa di una sceneggiatura e una regia senza guizzi e colpi ad effetto.

Dopo una serie di successi inanellati uno dietro l’altro, per i Marvel Studios arriva il primo alt cinematografico. Uno stop sia dal punto di vista di incassi che dalla critica avvenuto paradossalmente con uno dei progetti che la Marvel aveva in sviluppo da più di tempo. Stiamo parlando di Ant-Man, supereroe minore della scuderia di Stan Lee, di professione ladro e scassinatore, capace di miniaturizzarsi grazie a una tuta creata in laboratorio. 

Uscito il 12 agosto nel nostro paese, il film ha una storia produttiva travagliata: è in sviluppo dal 2006 quando la Marvel ingaggiò lo sceneggiatore e regista inglese Edgar Wright (autore di L’alba dei morti dementi, Hot Fuzz e La fine del Mondo) per trarne un film di successo, con un protagonista capace di miniaturizzarsi e alla guida di un esercito di formiche. Ed è così che mentre Iron Man e gli Avengers macinavano i successi al botteghino, negli anni prendeva lentamente forma il film, con annunci di lavori in corso sulla sceneggiatura. Quando il cast è stato finalmente individuato e il film pronto a partire, nel maggio del 2014, a due mesi dall’inizio delle riprese, ecco che arriva la notizia bomba: Wright molla il progetto per “divergenze creative” con la Marvel e la produzione è alla ricerca di un nuovo regista.

La scelta cade su Peyton Reed, abile mestierante del mondo della commedia avendo diretto Ti odio, ti lascio, ti…. e Yes Man con Jim Carrey, che risulta poi capace di terminare il film all’interno dei tempi e del budget previsti.
E allora il risultato?  Da un possibile disastro commerciale (un film senza un regista all’inizio delle riprese non è mai cosa buona) Ant-Man ne esce abbastanza malconcio: si salva in corner solo grazie alla qualità dei suoi interpreti, a partire dal protagonista maschile Paul Rudd e dalla sua partner, la bella Evangeline Lilly. A rubare la scena a tutti è però Michael Douglas nei panni dello scienziato Hank Pym, autore della tuta di Ant Man, e protagonista nel prologo del film, di una straordinaria sequenza di ringiovanimento in CGI, un esperimento visto anche in Terminator Genesys ma con tutt’altri risultati.
Il resto è un lungometraggio senza sbavature, senza macchia e senza paura, travestito da heist movie, un film di rapina, con Paul Rudd e i suoi compagni di avventura, impegnati a scassinare un palazzo e rubare una preziosa tuta al suo interno.

Condito da battute divertenti ed effetti speciale sicuramente efficaci, ciò che manca ad Ant-Man è però la cosa più importante: un’anima, un guizzo, un’idea originale, una visione e un modo di raccontare le cose, che hanno fatto invece la fortuna dei decantati Iron Man, Avengers oppure l’ultimo I Guardiani della Galassia. Forse in questo caso, in mancanza di un capitano coraggioso, si è badato a portare la nave in porto piuttosto che avventurarsi in territori sconosciuti. Una scelta che il box office non sembra finora gradire. Vediamo se il risultato finale darà abbastanza garanzie per un sequel.

Pubblicato in Cinema
Giacomo Visco Comandini

Laureato alla Sapienza, dal 2008 è uno dei redattori di Enel.tv, la televisione aziendale di Enel. Appassionato di cinema, ha collaborato per la rivista Filmaker’s MagazineIl Riformista e la Repubblica

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI