Box Office: in Italia continua a regnare “Il Libro della Giungla”

foto di scena foto di scena comingsoon.it
Box Office Italia. Per il week end del 25 aprile è “Il Libro della Giungla” a vincere ancora il fine settimana.

Il lungometraggio in performance capture  e live action della Disney rispetto al primo week end, cala solo del 12% raccogliendo 2,7 milioni di euro nel fine settimana.  Sua la migliore media per sala con 3.500 euro, raccogliendo in quindici giorni 6 milioni e 500mila euro. Si prevede un’ottima tenuta anche per il terzo week end. AL secondo posto “Nonno Scatenato”: per il film con de Niro e Zac Efron  solo una diminuzione dell’11%, e un incasso di 768mila euro, raggiungendo i due milioni di euro complessivi.

Discreto l’esordio di Will Smith al cinema con “Zona d’Ombra”: per il nuovo dramma sono 586mila euro incassati in quattro giorni. Al quarto posto “Le Confessioni” di Roberto Andò apre con 569mila euro. Uscito in soli 188 schermi. Il film ottiene la seconda media della top10, con oltre tremila euro.

Al quinto posto “Lo Chiamavano Jeeg Robot”:  il film di Gabriele Mainetti riuscito nei cinema dopo il trionfo ai David, porta a casa 540mila euro, arrivando a un risultato totale che sfiora i 4 milioni di euro.

Da segnalare poi l’ottava posizione per Veloce come il Vento, il film automobilistico di Matteo Rovere  guadagna 317mila euro e raggiunge  1 milione  e 800mila euro complessivi. La top ten è chiusa da Perfetti Sconosciuti: la commedia di Paolo Genovese incassa 265mila euro e raggiunge i 16.6 milioni di euro.
Anche negli States, continua il successo del Libro della Giungla: sono 60,8 milioni di dollari incassati in Nord America, con un calo di incassi del 41%, raggiungendo un box office nazionale di 191 milioni di dollari, per un totale worldwide di 528 milioni di dollari.  Al secondo posto, con una apertura di 20 milioni di dollari, delude il sequel della Universal “Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio”: il film ha incassato la metà del film d’esordio, complici giudizi poco lusinghieri da parte della critica. Con un budget di 115 milioni di dollari, per lui un incasso worldwide  di 100 milioni di dollari.

Terzo in classifica “Barbershop: the Next Cut”, che incassa altri 10,8 milioni di dollari, raggiungendo un totale di 36 milioni. Alla quarta posizione il film di animazione “Zootropolis”  che incassa altri 6,6 milioni di dollari, perdendo solo il 19%, e raggiungendo i 316.4 milioni di dollari. Molto positivi gli incassi worldwide, sfondando quota 900 milioni nel mondo. Da segnalare, infine, al sesto posto

“Batman v Superman”, che guadagna 5.5 milioni di dollari, raggiungendo un totale di 319,5 milioni negli USA e 851.6 milioni in tutto il mondo.

Pubblicato in Cinema
Giacomo Visco Comandini

Laureato alla Sapienza, dal 2008 è uno dei redattori di Enel.tv, la televisione aziendale di Enel. Appassionato di cinema, ha collaborato per la rivista Filmaker’s MagazineIl Riformista e la Repubblica

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI