Brad Pitt presenta Blonde di Andrew Dominik alla Mostra del Cinema di Venezia

Brad Pitt Brad Pitt foto Laura Venezia/Agrpress
L’attore americano, interprete di film quali “In mezzo scorre il fiume” di Robert Redford, “Seven” di David Fincher, “Sette anni in Tibet” di Jean-Jacques Annaud, “Troy” di Wolfgang Petersen. “Bastardi senza gloria” di Quentin Tarantino e molti altri, presenta a Venezia “Blonde” di Andrew Dominik alla 79a Mostra del Cinema di Venezia.

Nato a Shawnee - in Oklahoma - nel dicembre 1963, Brad Pitt cresce a Springfield, nel Missouri, dove, dopo il liceo, frequenta corsi corsi universitari di giornalismo e grafica pubblicitaria, ma sempre con il sogno di recitare. Fin dalla fine degli anni Ottanta interpreta piccoli ruoli sia al cinema sia in televisione, ma comincia a farsi notare con Thelma & Louise (1991) di Ridley Scott, con Susan Sarandon e Geena Davis.

Passa a ruoli da protagonista con In mezzo scorre il fiume (1992) di Robert Redford e Vento di passioni (1994) Edward Zwick, con Anthony Hopkins; è un detective in Seven (1995) di David Fincher, con Morgan Freeman e Gwyneth Paltrow; un animalista schizofrenico in L’esercito delle dodici scimmie (1996), con cui vince un Golden Globe ed ottiene una Nomination all’Oscar come Miglior Attore non Protagonista; l’alpinista austriaco Heinrich Harrer in Sette anni in Tibet (1997) di Jean-Jacques Annaud.

Negli anni successivi recita in film di successo, fra cui Vi presento Joe Black (1998) di Martin Brest, la Trilogia di Ocean’s, di Steven Soderbergh (dal 2001 al 2007), con George Clooney, Spy Game (2001) di Tony Scott, con Robert Redford, Troy (2004) di Wolfgang Petersen, con Eric Bana e Peter O' Toole, Bastardi senza gloria (2009) di Quentin Tarantino, La grande scommessa (2015) di Adam McKay.

Nel 2009 e nel 2012 ottiene altre due Nominations all’Oscar con Il curioso caso di Benjamin Button di David Fincher e con L’arte di vincere di Bennett Miller. Nel frattempo, nel 2006, aveva avviato la sua attività di produttore con The Departed - Il bene e il male di Martin Scorsese, con Leonardo Di Caprio, Matt Damon e Jack Nicholson.

 

Alla Mostra del Cinema di Venezia presenta in prima mondiale, in qualità di produttore con la Plan B, Blonde di Andrew Dominik, con protagonista l’attrice cubana Ana de Armas. Il film narra la vita tormentata di Norma Jean Mortenson Baker (1926-1962) - meglio nota come Marilyn Monroe - ed è ispirato al romanzo omonimo di Joyce Carol Oates.

Pubblicato in Cinema