Continuano le mostre dedicate a David Cronenberg

Continuano le mostre dedicate a David Cronenberg
Continuano a Lucca e Viareggio le 4 mostre dedicate a David Cronenberg, inaugurate il 15 febbraio in occasione del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2015 ed aperte fino al 3 maggio.

Continuano a Lucca e Viareggio le mostre dedicate al regista canadese David Cronenberg, promosse dal Comitato Nuovi Eventi per Lucca e inaugurate il 15 febbraio in occasione del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2015. Per celebrarle, durante il fine settimana di Pasqua (4,5 e 6 aprile) sarà istituito uno speciale biglietto scontato al prezzo di 5€. E’ stato inoltre realizzato in questi giorni un nuovo manifesto appositamente creato dal grafico Francesco Giani utilizzando una porzione di un ritratto di Cronenberg scattato dal fotografo Matt Barnes.

Quattro le esposizioni dedicate al regista: Evolution che raccoglie oltre un centinaio tra manufatti artistici e oggetti provenienti dai set dei film di Cronenberg, allestita presso la Fondazione Ragghianti (Lucca) e la sezione distaccata dedicata al film “M. Butterfly”, allestita presso il Puccini Museum – Casa Natale; Red Cars l’istallazione multimediale sul film mai realizzato dal regista canadese, visitabile presso l’Archivio di Stato (ex-Macelli) di Lucca; Chromosomes, che trasforma i più bei fotogrammi delle pellicole di Cronenberg in quadri stampati su tela pittorica, presso la GAMC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Viareggio. Tutte rimarranno aperte fino al 3 maggio.

David Cronenberg è nato a Toronto nel 1943. Negli anni ’70 realizza alcuni film come Brood, La covata malefica (1979) e Scanners (1981), che lo impongono come uno dei maestri del cinema contemporaneo mondiale. I suoi film, da Videodrome (1982) a Inseparabili (1988), esplorano il terrore dell’uomo di fronte alla mutazione genetica dei corpi, all’infezione della carne, psicologica e fisica, e alle pulsioni distruttive della mente. Dopo il successo di Crash al Festival del Cinema di Cannes nel 1996, e di Spider (2002), affronta produzioni più impegnative come A History of Violence (2005) e La promessa dell’assassino (2007). Nel contempo, sviluppa una serie di progetti extra cinematografici, come l’opera The Fly, tratta dall’omonimo film del 1986, andata in scena a Parigi e a Los Angeles nel 2008. I suoi ultimi film, da Dangerous Method (2011) e Cosmopolis (2012), fino a Maps to the Stars del 2014, hanno ottenuto un enorme successo di pubblico e di critica.

Informazioni su costi, orari e location.

{media load=media,id=124,width=400,display=link,list_item_heading=4} 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cinema

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI