Dal 9 al 16 luglio torna l’Ortigia Film Festival  

Dal 9 al 16 luglio torna l’Ortigia Film Festival   
L’ Ortigia Film Festival è un appuntamento cinematografico nell’isola di Ortigia, centro storico di Siracusa, che quest’anno celebra la sua settima edizione. Saranno proiettati film provenienti dal panorama cinematografico nazionale e internazionale.

Organizzato dall’associazione culturale Sa.Li.Ro’, l’ Ortigia Film Festival è un concorso di lungometraggi opere prime e seconde italiane, retrospettive, anteprime, omaggi a grandi autori, documentari, film di recente produzione, inediti di autori emergenti, focus su cinematografie emergenti di altre nazioni, capolavori della storia del cinema, mostre, istallazioni, masterclass, incontri con gli autori e altri eventi collaterali. Tra gli eventi culturali più attesi della città di Siracusa, Ortigia Film Festival, è uno degli appuntamenti più importanti nel calendario dei festival siciliani. Dal 2014 OFF è un Eco evento attento alla sostenibilità ambientale e umana, a tal proposito l’edizione 2015 vedrà la collaborazione di Emergency al festival che trasforma l’isola di Ortigia in luogo d’incontro e conoscenza, di approfondimento e ricerca, di svago e divertimento, sotto l’egida del riuscito binomio: turismo/cultura.

L’obiettivo del festival è di selezionare film di alto livello culturale che senza la giusta promozione e appeal commerciale rischiano di non avere  visibilità. Ma anche dare il giusto risalto alla splendida località siciliana, facendo emergere le sue incomparabili raffinatezze culturali. L’isola di Ortigia è un luogo ideale dove trascorrere una settimana festivaliera tra vacanza e cultura con eventi gratuiti che creano momenti di incontro e condivisione tra residenti e turisti che in quel periodo dell’anno affollano l’isola.

Ospite d’onore della settima edizione di Ortigia Film festival sarà il regista polacco Krzysztof Zanussi, considerato il caposcuola della "terza generazione" di cineasti polacchi. Zanussi sarà al Festival per presenterà il suo ultimo lavoro: Corpo estraneo, film che, per lo stesso regista, è molto critico verso la Polonia di oggi in cui si avverte il peso della libertà in una logica di capitalismo selvaggio. In Polonia, dice Zanussi: “Corpo estraneo ha suscitato grandi polemiche facendomi additare come un nemico della patria”. Il film, che vanta una coproduzione con l’Italia, sarà proiettato il 10 luglio alla presenza del regista e del coproduttore italiano Paolo Maria Spina.

Ortigia Film festival rende omaggio al recentemente scomparso Claudio Caligari, cineasta di culto del cinema indipendente. Il suo capolavoro è Amore Tossico, irato nel 1983 e portato al Festival di Venezia vinse il premio De Sica raccontando la tossicodipendenza di un gruppo di giovani di Ostia. Il film precorse i tempi e fu una vera rivelazione. Sabato 11 luglio  il film sarà proiettato all’interno del Focus a lui dedicato. L’omaggio a Caligari proseguirà con la presentazione di 10 minuti di making off del film  Non essere cattivo, prodotto da Valerio Mastandrea  e completato poco prima della morte di Caligari. Mastandrea, in veste di produttore, racconterà il progetto e di come sono riusciti a realizzarlo

Sempre per l’omaggio a Caligari sarà presentato L’ Odore della Notte, film del 1998 interpretato tra gli altri dallo stesso Valerio Mastandrea, Giorgio Tirabassi e Marco Giallini. Il film racconta le imprese di una banda criminale di giovani di periferia. La così detta Arancia Meccanica, attiva a Roma alla fine degli anni '70. Nel pieno della lotta armata, l'ex poliziotto Remo, interpretato da Valerio Mastandrea, e i suoi amici di borgata portano avanti una guerra privata contro quanti hanno avuto la vita facile ma la loro è una guerra destinata alla sconfitta perché priva di una vera strategia.  L’odore della notte e Amore tossico sono opere rivelazione e anticipano Romanzo Criminale vent’anni prima facendo di Caligari un autore unico nel suo genere.

Tra gli eventi collaterali, avremo la mostra fotografica “100 anni di cinema di Mario Monicelli - Le foto di Mario dall’archivio di Rap”  che sarà allestita dal 9 al 16 luglio 2015 all’interno del teatro Comunale di Siracusa. La mostra nasce per volontà di Chiara Rapaccini (Rap), illustratrice, pittrice, scultrice e designer che è stata compagna di vita di Mario Monicelli. Nella nostra ripercorre la storia del cinema del Novecento attraverso i volti dei miti italiani e non: Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni, Totò, Virna Lisi, Anna Magnani, Giancarlo Giannini, Monica Vitti, Goldie Hawn, Philippe Noiret, Ugo Tognazzi, catturati fuori dalla scena o sui set de “L’armata Brancaleone”, “Amici miei”, “Risate di gioia”, “Speriamo che sia femmina”, “I compagni” o “Un borghese piccolo piccolo”. Immagini intense, mai banali così come i volti di attori e comparse protagonisti. di un cinema italiano straordinarioche ha raccontato un’Italia travagliata e sorprendente di cui Mario Monicelli è stato Maestro indiscusso. 

Consulta la programmmazione completa sul sito ufficiale

{media load=media,id=173,width=400,display=link,list_item_heading=4}

 

Pubblicato in Cinema

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI