Festa del Cinema di Roma, vince 'Il vizio della speranza'

Anna Boccaccio premia i produttori del film 'Il vizio della speranza' Anna Boccaccio premia i produttori del film 'Il vizio della speranza' G.Currado © AGR
'Il vizio della speranza' vince il Premio del pubblico della Festa del Cinema di Roma 2018.
 Il film diretto da Edoardo De Angelis e interpretato da Pina Turco, napoletani, coppia sia nella vita sia nel cinema, aveva ricevuto tanti applausi alla proiezione. Il regista 40enne di Indivisibili torna a Castel Volturno, la cittadina campana ostaggio della criminalità, per raccontare la storia durissima di Maria che traghetta lungo il fiume le prostitute incinte, pronte a partorire per vendere il loro bambino a coppie senza figli.
 
Jelly Fish, opera prima di James Gardner vince la 16/a edizione di Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle nuove generazioni. È «un'opera onesta e dura - è la motivazione dei giovani giurati - che riesce a raccontare una situazione difficile con la crudezza che le appartiene». Il premio speciale della giuria va a «Ben is Back» di Peter Hedges con Julia Roberts e Lucas Hedges. Il premio speciale della giuria per il miglior attore lo vince Thomas Blachard per «The Elephant and the butterfly» di Amelie Van Elmbt prodotto dai Fratelli Dardenne con la produzione esecutiva di Martin Scorsese. «Alice nella città cresce di anno in anno - si spiega in una nota - 7.000 euro di incasso in più rispetto all'anno scorso, una copertura dei media TV cresciuta dell'11% e del 12% della stampa web, il pubblico registra un +9.87 %». I numeri relativi alle scuole e agli studenti che hanno partecipato agli eventi di Alice «sono in linea con l'anno passato: circa 10.000 ragazzi da scuole di tutta Italia», anche se «non siamo riusciti ad accogliere circa 3500 studenti che si erano prenotati ai nostri eventi perché è venuta meno la disponibilità delle sale in Auditorium e, in alcune mattine, della tensostruttura del Festival - Sala Cinema Hall». Circa 46.000 persone - oltre 1.000 in più rispetto all'edizione 2017 - hanno seguito le proiezioni, le masterclass e gli eventi di Alice nella città. Fra gli altri riconoscimenti, il Premio giuria opera prima My Movies che va a «The Harvesters». Jelly Fish di James Gardner porta a casa un altro premio con la Menzione Speciale opera prima My Movies per la miglio interpretazione alla giovane protagonista Liv Hill. Il Premio Roma Lazio FIlm Commission, rivolto alle produzioni del Panorama Italia girate nel territorio del Lazio va allo zombie movie Go Home, opera prima di Luna Gualano. Per il concorso Internazionale Cortometraggi vince «Beauty» di Nicola Abbatangelo.
Pubblicato in Cinema
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Fotonews

Camminare Roma a Spazio5

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI