Festival di Roma, vince 'Marfa Girl' di Larry Clark

"Marfa Girl" di Larry Clark trionfa al Festival internazionale del film di Roma vincendo il Marco Aurelio d'oro, il premio principale della kermesse giunta alla 7° edizione.

Marfa-Girl-di-Larry-Clark-premio- 

"Marfa Girl" di Larry Clark trionfa al Festival internazionale del film di Roma vincendo il Marco Aurelio d'oro, il premio principale della kermesse giunta alla 7° edizione. Paolo Franchi con "E la chiamano estate" si aggiudica la migliore regia. Mentre, Isabella Ferrari, protagonista della pellicola di Franchi, è la migliore attrice. Premio speciale della Giuria va ad "Alì ha gli occhi azzurri" di Claudio Giovannesi.
Premio per la migliore interpretazione maschile: Jérémie Elkaïm per "Main dans la main", Premio a un giovane attore o attrice emergente: Marilyne Fontaine per Un enfant de toi; Premio per il migliore contributo tecnico: Arnau Valls Colomer per la fotografia di Mai morire; Premio per la migliore sceneggiatura: Noah Harpster e Micah Fitzerman-Blue per The Motel Life.

"The Motel Life" di Gabriel e Alan Polsky vince il premio del pubblico. A "Cosimo e Nicole" di Francesco Amato va Prospettive Italia nella sezione lungometraggi; mentre "Pezzi" di Luca Ferrari è il miglior documentario, "Il gatto del Maine" di Antonello Schioppa, miglior cortometraggio.

"Marfa girl" di Larry Clark, vincitore a sorpresa, è un racconto di formazione a base di sesso, droga, rock and roll, arte, violenza e razzismo. Racconta della presenza a Marfa, in Texas, di conflitti etnici acuiti dall'insediamento sul territorio di un'eccentrica comunità di artisti e dalla pressione ossessionante della polizia di frontiera sugli abitanti. Il film è un nuovo tagliente ed eccessivo ritratto della gioventù americana. Clark, uno dei più importanti fotografi e artisti dell'ultimo mezzo secolo, ha debuttato alla regia nel 1995 con "Kids", film che lo ha consacrato come uno tra i più controversi autori del nostro tempo. I lavori seguenti, come "Bully" (2001) e "Ken Park" (2002), hanno suscitato grande scandalo e sono stato oggetto di numerosi tentativi di censura.

Foto Maurizio Riccardi © Agrpress.it
  • Arnau Valls Colomer, per "Mai morire"
  • Autore: Maurizio Riccardi © Agrpress
  • Claudio Genovesi per "Ali ha gli occhi azzurri"
  • Autore: Maurizio Riccardi © Agrpress
Pubblicato in Cinema

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI