François Truffaut: l’uomo che amava il cinema

François Truffaut: l’uomo che amava il cinema
“Fare un film significa migliorare la vita, sistemarla a modo proprio, significa prolungare i giochi dell’infanzia”, dichiarava François Truffaut. A questo maestro della cinematografia, non solo francese ma mondiale, la Cineteca francese di Parigi dedica dall’8 ottobre un’importante retrospetiva che si concluderà il 25 gennaio 2015.

Scomparso all’età di 52 anni il 21 ottobre 1984, dunque trenta anni fa, François Truffaut ha realizzato un’opera coerente, intensa e romantica composta da 21 lungometraggi. Quando riceve il premio come regista al festival di Cannes nel maggio 1959 per I quattro cento colpi, aveva soltanto 27 anni e già una reputazione rumorosa di critico cinematografico. Oscar per La notte americana nel 1974, attore in Incontri ravvicinati del terzo tipo di Steven Spielberg nel 1977, vincitore di dieci César per L’ultimo metrò nel 1981, sono alcune tappe di quest’artista che ha dedicato la sua vita al cinema.

La retrospettiva è una nutrita selezione di numerosi estratti di film e di interviste, disegni, fotografie, oggetti, libri, riviste, sceneggiature con note manoscritte, documenti originali e abiti di scena. L’archivio fornito dalla famiglia del cineasta è di una ricchezza incredibile e testimonia la reale ossessione che aveva Truffaut nel conservare ogni cosa. Alcuni documenti inediti, riscoperti recentemente grazie ai familiari e ai collaboratori del regista, sono esposti per la prima volta al pubblico.   

In mostra l’universo François Truffaut, dalla sua più giovane età e i suoi tormentati anni, alla passione per la letteratura, dalla critica cinematografia come redattore dei Cahiers du cinéma alla decisione di passare dietro la macchina da presa. Passo dopo passo viene tracciato il percorso di questo cineasta, uno dei padri, insieme a Jean-Luc Godard, Claude Chabrol, Eric Rohmer e Jacques Rivette della “Nouvelle vague”.

Dopo questo periodo mitico, l’esposizione affronta i grandi temi dell’opera di Truffaut, il suo metodo di lavoro e la sua fama in tutto il mondo. L’educazione sentimentale è nel cuore della serie dei film Doinel: una serie unica al mondo di cinque film dove il regista fa crescere, contemporaneamente al suo attore feticcio Jean-Pierre Léaud, un personaggio seguendolo per circa venti anni. Il tema della passione amorosa (che riassume bene queste parole La signora della porta accanto: “Né con te né senza te”) ha permesso a François Truffaut di dirigere molte grandi attrici: Jeanne Moreau, Marie Dubois, Françoise Dorléac, Claude Jade, Catherine Deneuve Bernadette Lafont, Isabelle Adjani, Marie-France Pisier, Nathalie Baye, Fanny Ardant; dando i ruoli maschili a interpreti quali Charles Aznavour, Jean Desailly, Oskar Werner, Charles Denner, Jean-Louis Trintignant e Gérard Depardieu. 

L’esposizione presenta inoltre l’opera di fotografi noti internazionalmente (Richard Avedon, Raymond Cauchetier, Raymond Depardon, Robert Doisneau, Philippe Halsman, Jacques-Henri Lartigue o anche Pierre Zucca) che hanno catturato con i loro scatti i diversi aspetti di questo caleidoscopico artista.

Pubblicato in Cinema
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI