Grande successo per la XI edizione di Visioni Corte Film Festival. Vince Techno, Mama dalla Lituania

Grande successo per la XI edizione di Visioni Corte Film Festival. Vince Techno, Mama dalla Lituania
“Techno, Mama” del regista lituano Saulius Baradinskas si aggiudica il premio come miglior opera nella sezione “Sguardi dal mondo” alla XI edizione di Visioni Corte International Short Film Festival, chiusa con successo lo scorso 24 settembre presso il Cinema Teatro Ariston di Gaeta, con la direzione artistica di Gisella Calabrese.

Menzione speciale per Lili alone della regista cinese Zou Jing, che si aggiudica anche i premi per la Miglior Regia e Miglior Fotografia. I premi per il Miglior Attore e Attrice Internazionali sono andati rispettivamente a David Bradley per Roy, regia di Tom Berkely & Ross White (UK), e Tokou Bogui per Mariam, regia di Lionel Meta (Francia). Quest’ultimo cortometraggio si aggiudica anche il premio per la Miglior Musica Originale, curata da Adrien Fonda.

Nella sezione “Gemme italiane”, trionfa Big di Daniele Pini, che si aggiudica anche il Premio “Air3” consegnato dall’Associazione Italiana Registi, mentre la menzione speciale è andata ad Ambasciatori di Francesco Romano. Miglior attore italiano è stato Simeone Latini per Incappucciati, foschi di Nicola Camoglio, miglior attrice italiana Nico Guerzoni per Figlie delle stelle di Edoardo Smerilli.

Nelle altre sezioni: premio al miglior corto d’animazione a The record di Jonathan Laskar (Svizzera), menzione speciale a Where the winds die di Pejman Alipour Iran); miglior documentario Mrs Lovely di Alexandre Degardin (Francia), menzione speciale a Vale, l’ultimo incontro di Teresa Sala e Stefano Zoja (Italia); nella sezione Kiddos primeggia Datsun di Mark Albiston (Nuova Zelanda), menzione speciale per Estrellas del desierto di Katherina Harder Sacre (Cile), che si aggiudica anche il Miglior Montaggio ex equo con il corto Pop di Lewis Rose (UK), mentre la miglior interpretazione va alla giovanissima Antonija Belazelkoska per North Pole di Marija Apcevska (Macedonia).

Questi i risultati fra i centoquattro lavori in concorso, provenienti da quarantaquattro nazioni dai cinque continenti decretati da cinque giurie tecniche formate da personalità ed esperti del mondo del cinema: per la sezione “Gemme Italiane”, Carlo Griseri (critico cinematografico e curatore del portale Cinemaitaliano.info); Adriano Pantaleo (attore e regista); Stefano Pesce (attore e regista); Adelmo Togliani (attore, sceneggiatore e regista); Elisabetta Villaggio (regista, sceneggiatrice e scrittrice); per “Sguardi dal mondo”, Marie Boissard (attrice francese); Bridget O’Driscoll (sceneggiatrice e regista irlandese); Juan Riedinger (attore e regista canadese); Alice Rotiroti (regista e sceneggiatrice); Hamed Soleimanzadeh (critico cinematografico iraniano); per “Kiddos”, Cristiana Astori (scrittrice e traduttrice); Annick Emdin (scrittrice e sceneggiatrice); Alessandro Izzi (critico cinematografico e co-direttore rivista «Close Up»); Ferdinando Maddaloni (attore, regista e actor’s coach); Nunzia Schiano (attrice); per “Animando”, Rosalba Colla (direttore artistico Animaphix); Luca di Cecca (regista, sceneggiatore, 3D artist); Giancarlo Marzano (sceneggiatore Bonelli - Dylan Dog e altri); Mirka Perseghetti (illustratrice); Predrag Radanovic (regista e animatore 3D croato); per “Stop & Doc”, Massimo Bondielli (regista); Carmine Fornari (documentarista Rai); Marco Gallo (filmaker e direttore artistico Sicily Movie Film Festival); Ado Hasanovic (regista bosniaco); Elia Moutamid (attore e regista italo-marocchino). Quest’anno si affianca anche la speciale giuria SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), formata da Domenico Palattella e Ignazio Senatore.

«Questa appena passata è stata l’edizione della ripresa, dopo due anni di pandemia. Abbiamo assistito ad un grande ritorno in sala da parte del pubblico. Siamo felici di aver potuto riproporre ai tanti appassionati di Visioni Corte il format originale con proiezioni al cinema, incontri e dibattiti, alla presenza anche di tanti registi internazionali. Archiviati i dieci anni di festival siamo ripartiti nella costruzione del festival, facendo tesoro di quanto di buono fatto nelle precedenti edizioni arricchendo però la programmazione di nuove idee e ora ci aspetta una dodicesima edizione ancora più ampia», ha commentato il direttore artistico Gisella Calabrese al termine della premiazione che si è tenuta nel quartier generale del Cinema Teatro Ariston di Gaeta.

Si è conclusa con grande successo un’edizione caratterizzata da una importante mostra fotografica dedicata al grande Ugo Tognazzi (1922-1990) in collaborazione con l’Archivio Fotografico Riccardi; un’altra mostra con gli acquerelli dell’artista Mirka Perseghetti, autrice del visual della XI edizione, dagli incontri con gli operatori di settore, proiezioni a tema, i dibattitti del format “Visioni Talk” disponibili anche sui social.

Nel corso della serata finale è salito sul palco l’ospite d’onore Juan Riedinger, attore televisivo e cinematografico canadese, emigrato negli Stati Uniti, noto al grande pubblico per la sua partecipazione alla serie Netflix Narcos, in cui interpreta il narcotrafficante Carlos Lehder, e che attualmente fa parte del cast di NCIS: Los Angeles, dopo aver militato in altre serie di successo come Smallville, Supernatural e Riverdale.

La serata è stata impreziosita da due esibizioni del Maestro Francesco Azzari (regista, coreografo e ballerino), dedicate al mondo del cinema. Nel corso della sua attività artistica ha il privilegio e la fortuna di conoscere e lavorare con maestri di fama internazionale, quali Susan Sentler (Usa), Akira Kasai (Tokyo), Gigi Caciuleanu (Bucarest), Eunice Biedrisky Bartell (Edinburgh), che gli trasmettono nuovi stimoli diretti al perfezionamento della sua tecnica e del suo stile.

E non è mancato uno speciale omaggio a Paolo Villaggio, ad un lustro dalla sua scomparsa e trenta dal Leone d’Oro alla Carriera. Il ricordo dell’attore genovese, che nel dicembre 2022 avrebbe compiuto novant’anni, è stato affidato alla figlia Elisabetta (regista, sceneggiatrice e scrittrice). Un grande momento di commozione che ha strappato applausi ad un pubblico molto coinvolto e partecipe.

Visioni Corte International Short Film Festival è stato realizzato dall’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse” grazie al contributo della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura, della Regione Lazio, dell’Alto patrocinio del Parlamento Europeo, dei patrocini di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, della Provincia di Latina, del Comune di Gaeta e fa parte dell’AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema, della FEDIC – Federazione Italiana Cineclub e del Coordinamento Festival Cinematografici Campania.

 

I vincitori

ANIMANDO

BEST SHORT ANIMANDO: THE RECORD regia di Jonathan Laskar – SVIZZERA
MENZIONE SPECIALE: WHERE THE WINDS DIE regia di Pejman Alipour – IRAN

 

STOP & DOC
BEST SHORT STOP&DOC
: MRS LOVELY regia di Alexandre Degardin – FRANCIA
MENZIONE SPECIALE: VALE, L’ULTIMO INCONTRO regia di Teresa Sala e Stefano Zoja – ITALIA

 

GEMME ITALIANE
BEST SHORT GEMME ITALIANE
: BIG regia di Daniele Pini
MENZIONE SPECIALE: AMBASCIATORI regia di Francesco Romano
MIGLIOR ATTORE ITALIANO: Simeone Latini per INCAPPUCCIATI, FOSCHI regia di Nicola Camoglio
MIGLIOR ATTRICE ITALIANA: Nico Guerzoni per FIGLIE DELLE STELLE regia di Edoardo Smerilli

 

SGUARDI DAL MONDO
BEST SHORT SGUARDI DAL MONDO: TECHNO, MAMA regia Saulius Baradinskas – LITUANIA
MENZIONE SPECIALE: LILI ALONE regia di Zou Jing – CINA
BEST ACTRESS a Tokou Bogui per MARIAM regia di Lionel Meta – FRANCIA
BEST ACTOR a David Bradley per ROY, regia di Tom Berkely & Ross White – UK

 

KIDDOS
BEST KIDDOS: DATSUN regia di Mark Albiston – NUOVA ZELANDA
MENZIONE SPECIALE: ESTRELLAS DEL DESIERTO, regia di Katherina Harder Sacre – CILE
MIGLIOR INTERPRETAZIONE KIDDOS: Antonija Belazelkoska per SEVEREN POL, regia di Marija Apcevska – MACEDONIA E SERBIA

 

ALTRI PREMI

MIGLIOR REGIA: Zou Jing per LILI ALONE – CINA

MIGLIOR SCENEGGIATURA: Armando M. Trotta & Nicola Prosatore per DESTINATA CONIUGI LO GIGLIO – ITALIA

MIGLIOR FOTOGRAFIA: Hsu Yen Ching per LILI ALONE, regia di Zou Jing – CINA

MIGLIOR MONTAGGIO: Ex equo
Jan Schroeder per POPS, regia di Lewis Rose – UK
Roberto Salinas per ESTRELLAS DEL DESIERTO, regia di Katherina Harder Sacre – CILE

MIGLIOR MUSICA ORIGINALE: Adrien Fonda per Mariam, regia di Lionel Meta – FRANCIA

PREMIO AIR3: BIG regia di Daniele Pini – ITALIA

PREMIO FEDIC: BUON COMPLEANNO NOEMI, regia di Angela Bevilacqua – ITALIA

PREMIO SNCCI:  FREE FALL, regia di Emmanuel Tenenbaum – FRANCIA

MENZIONE SPECIALE DIRETTORE ARTISTICO: RADIO SILENCE, regia di Kerren Lumer-Klabbers – DANIMARCA

PREMIO DEL PUBBLICO: CHICKEN, regia di Anastasia Birucheva – KAZAKISTAN