Il Brasile poeticamente contraddittorio di Jorge Amado illumina Parigi

“Realidade e magia de Jorge Amado” è il titolo del documentario - presentato il 24 aprile all’Istituto italiano di cultura di Parigi - ideato da Antonella Rita Roscilli, giornalista, brasilianista e scrittrice che da anni collabora con la Fundação Casa de Jorge Amado di Salvador de Bahia.

Realidade-e-Magia-de-Jorge-Amado

“Realidade e magia de Jorge Amado” è il titolo del documentario - presentato il 24 aprile all’Istituto italiano di cultura di Parigi - ideato da Antonella Rita Roscilli, giornalista, brasilianista e scrittrice che da anni collabora con la Fundação Casa de Jorge Amado di Salvador de Bahia.

Commissionato dalla fondazione e prodotto da Rai Teche nel 2012 per celebrare il centenario della nascita dello scrittore, il documentario è un viaggio nel tempo che intreccia il lato biografico e il lato letterario e politico dello scrittore brasiliano. Un montaggio di fotografie, musiche, libri, immagini di repertorio e interviste di grandi nomi del giornalismo televisivo italiano: tutto rielaborato dall’autrice Silvana Palumbieri, con le preziose ricerche di Emanuele Gagliardi. Un lavoro realizzato usando la tecnica del “found footage”, un linguaggio ricco di materiali di diversa origine, reinventati in un nuovo tessuto di stile filmico autoriale. 

Dall’archivio Rai, sono state recuperate le indimenticabili interviste di Jorge Amado: “A Bahia con Jorge Amado” di Carlo Mazzarella, “Un viaggio nella vita di persone non banali: Jorge Amado” di Gianni Minà, “Tropical City” di Livio Zanotti. Poi il carnevale di Rio, la città vecchia del centro di San Salvador de Bahia, i bambini abbandonati, le parate militari, i saveiros, la vita sociale e mondana del Brasile degli anni ‘20 e ‘30.

Nei suoi romanzi, lo scrittore ha descritto un Brasile mitico e al tempo stesso realistico. La terra del carnevale dalle mille sfaccettature: un paese solare, allegro e vitale, ricco di energia, ma anche percorso da dolorosi conflitti tra le classi sociali e oppresso da ingiustizie e miseria. Il documentario fa viaggiare lo spettatore tra le magiche parole di questo grande autore in un universo pieno di contraddizioni. 

Cristina Biordi

Pubblicato in Cinema
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI