Il cinema italiano visto da Milano

Il cinema italiano visto da Milano
Dal 19 al 26 aprile 2015 si terrà la tredicesima edizione del Festival “il cinema italiano visto da Milano”, che avrà luogo a Milano presso lo Spazio Oberdan e al MIC – Museo Interattivo del Cinema, e a Paderno Dugnano (MI) presso Area Metropolis 2.0.

Saranno 8 giorni di proiezioni di lungometraggi, documentari e cortometraggi, anteprime, incontri con gli autori, tavole rotonde, eventi speciali. La manifestazione è organizzata da Fondazione Cineteca Italiana ed è sostenuta da Direzione Generale Cinema - Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Regione Lombardia, Città Metropolitana, Comune di Milano e Paderno Dugnano.

L’attenzione del Festival si rivolge al cinema italiano di qualità, sia di giovani autori alle loro prime opere, sia di registi più affermati, con l’obiettivo di presentare il maggior numero possibile di film in anteprima. La manifestazione è altresì contraddistinta dalla vocazione di fare il punto sullo stato della nostra cinematografia attraverso la visione delle opere e gli incontri con i principali protagonisti (registi, attori, sceneggiatori, critici e studiosi).

Saranno proiettati  5 lungometraggi concorso selezionati attraverso un bando di partecipazione e giudicati da una giuria del pubblico costituita da spettatori e studenti iscrittisi a farne parte, nell’ambito del concorso “Rivelazioni”. Ancora una volta i giovani saranno protagonisti: il concorso si concentra in particolar modo sulle opere prime girate da giovani registi.

Durante le giornate del festival, presso il Museo Interattivo del Cinema avrà luogo "Milano città aperta", una retrospettiva di alcune delle più significative pellicole ambientate durante la Resistenza, in occasione del 70° anniversario della Liberazione. Tra queste avremo “Roma città aperta” di Roberto Rossellini, Gli sbandati di Francesco Maselli, il terrorista di Gianfranco De Bosio, e molte altre ancora.

Numerose saranno le anteprime: saranno presentati lungometraggi e documentari quasi tutti in anteprima per Milano e in presenza dei registi o degli attori per incontri con il pubblico in sala.

Per quanto riguarda gli eventi speciali avremo un appuntamento dedicato agli attori milanesi e organizzato dal Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano, nel corso del quale verranno ripercorse le carriere delle attrici Milly e Mariangela Melato. Si racconterà la loro attività in campo cinematografico, teatrale e televisivo attraverso approfondimenti, materiali video e le testimonianze di Filippo Crivelli e Maurizio Porro.

In anteprima nazionale verrà presentato il lavoro di restauro a cura di Cineteca Italiana e Fondazione Aem-Gruppo A2A de "La ricevitrice", documentario del 1934 proveniente dagli archivi storici Aem (Azienda Elettrica Municipale di Milano) sulla costruzione della stazione di arrivo di un elettrodotto proveniente dalla Valtellina, stazione detta appunto “ricevitrice sud”. Il film, muto, sarà proiettato con accompagnamento musicale dal vivo e per l’occasione ne sarà presentata l’edizione in dvd pubblicata nella collana “I tesori del MIC” della Cineteca Italiana di Milano.La proiezione sarà accompagnata con musica dal vivo da: Francesca Badalini (pianoforte), Lydia Colona (clarinetto), Davide Martinelli(percussioni).

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cinema

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI