Meryl Streep alla Festa del Cinema di Roma

Meryl Streep Meryl Streep foto Agrpress
L’attrice americana Meryl Streep giovedì 20 ottobre 2016 è stata la grande protagonista della serie di  “Incontri Ravvicinati” presso l’Auditorium Parco della Musica nel corso della Festa del Cinema di Roma.

In concorso con il film Florence Foster Jenkins, l’attrice ha incontrato i giornalisti in conferenza stampa, dove ha rilasciato alcune dichiarazioni relative a questo suo ultimo ruolo.

“Il film parla della passione, e di ciò che facciamo in nome dell’amore”, ha affermato.

Nel film di Stephen Frears, che si svolge nella New York degli anni Quaranta del Novecento, Meryl Streep, considerata all’unanimità (insieme alle “colleghe” Faye Dunaway, Barbra Streisand, Jaqueline Bisset, Diane Keaton, Charlotte Rampling, Susan Sarandon, e Jessica Lange) dalla maggior parte degli storici del cinema e dei critici cinematografici come una fra le più grandi attrici americane della sua generazione (la ricordiamo in film quali Giulia - 1977 - di Fred Zinnemann, Il cacciatore - 1978 - di Michael Cimino, Manhattan - 1979 - di Woody Allen, Kramer contro Kramer - 1979 - di Robert Benton, La donna del tenente francese - 1981 - di Karel Reisz, La scelta di Sophie - 1982 - di Alan J. Pakula -, Silkwood - 1983 - di Mike Nichols, La mia Africa - 1985 - di Sydney Pollack -, tratto dall’omonimo libro di Karen Blixen, Un grido nella notte - 1988 – di Fred Schepisi, Prossima fermata: Paradiso - 1991 - di Albert Brooks -, I ponti di Madison County - 1995 - di Clint Eastwood, La stanza di Marvin - 1996 - di Jerry Zaks, La musica del cuore - 2000 - di Wes Craven, The Hours - 2002 - di Stephen Daldry, The Manchurian Candidate - 2004 - di Jonathan Demme, Radio America - 2006 - di Robert Altman, la commedia Il diavolo veste Prada - 2006 - di David Frankel, Leoni per Agnelli - 2007 - di Robert Redford, il musical Mamma Mia - 2008 -, Julie & Julia - 2009 - di Nora Ephron, The Iron Lady - 2011 - di Phyllida Lloyd, I segreti di Osage County - 2013 - di John Wells, The Giver - Il mondo di Jonas - 2014 - di Philip Noyce, Dove eravamo rimasti - 2015 - di Jonathan Demme),  interpreta Florence Foster Jenkins, il soprano divenuto famoso per la sua totale mancanza di capacità canore.

“Non ho mai interpretato un ruolo così, e mi sono preparata al meglio”, ha confessato Meryl Streep, che nel film interpreta il soprano nella fase finale della sua vita. Affetta dalla sifilide, contratta durante la sua luna di miele con il suo primo marito, Florence rimarrà caparbiamente ferma nella sua determinazione a migliorare giorno per giorno come cantante d’opera, “distruggendo” i repertori di Mozart, Strauss, e Verdi.

Da ragazza (fino alla morte del padre, quando ne ereditò l’enorme patrimonio) senza l’approvazione dei suoi genitori, dava lezioni di piano ai bambini. Dotata di una voce terrificante, senza il minimo senso del ritmo, Florence non ha mai smesso di credere in se stessa e nelle sue capacità.

“Non leggo recensioni che possono essere dolorose. Sono stata protetta dalle critiche da mio marito, che ama la mia cucina anche quando non è buona!” ha risposto l’attrice (perfetta nella sua performance della peggiore cantante d’opera peggiore nella storia, con tutti i suoi capricci ed il suo smisurato egocentrismo) a chi le ha chiesto se legge le recensioni negative sulle sue interpretazioni.

Meryl Streep (classe 1949), nel corso della sua fortunata carriera ha ottenuto ben diciannove Nomination all’Oscar, vincendone tre (per Kramer contro Kramer, La scelta di Sophie e The Iron Lady).

Per ora non esiste ruolo che abbia interpretato senza risultare credibile ed è una fra le poche attrici della sua generazione a continuare a ricevere offerte per parti interessanti e a non aver ceduto di un solo passo sotto un profilo di qualità delle sue performances.

Distribuito dalla Lucky Red, Florence Foster Jenkins uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 22 dicembre 2016.

 

Pubblicato in Cinema

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI