Nastri d'Argento: documentari 2017, i finalisti

Nastri d'Argento: documentari 2017, i finalisti
Fra cinema e giornalismo la lista dei titoli fra cui verranno scelte le cinquine e i premi speciali. Con i Nastri già annunciati per Gianni Minà e Giorgio Pressburger la  consegna dei premi avverrà venerdì 3 Marzo 2017 alle 18.00 presso la Casa del Cinema di Villa Boghese a Roma

Sono trenta i film finalisti su cinquantacinque ammessi alla prima selezione nella sezione dedicata al ‘cinema del reale’ tra i quali sarà scelto appena concluso il Festival di Berlino, il vincitore del Nastro d’Argento DOC 2017.

Di seguito la lista che il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani annuncia ricordando - con i due Nastri alla carriera, già resi pubblici (per Gianni Minà e Giorgio Pressburger) che due Nastri andranno anche al miglior documentario sul cinema e lo spettacolo (quindici i finalisti selezionati) e al miglior docufilm dell’anno, scelti nelle rispettive categorie che il Direttivo dei Giornalisti ricorda in questa stessa nota.

Nel 2017 sono oltre novanta i titoli fra cui arriva l’elenco dei finalisti. Film presentati nell’anno solare, nei grandi Festival cinematografici e/o nelle rassegne specializzate, poi usciti in sala o in dvd e sul web o trasmessi da una rete televisiva. Si tratta di titoli che riguardano il cinema del reale ma anche la documentazione sulla memoria dello Spettacolo e sempre più la contaminazione fra realtà e fiction: “conferma di un’attenzione nuova e crescente del pubblico oltreché degli autori” -sottolinea il SNGCI - per il racconto della realtà al quale tra l’altro la Casa del Cinema – dove i premi saranno consegnati il 3 Marzo – dedicherà presto nuovi appuntamenti. A seguire I finalisti 2017. Nastri d’Argento Documentari Selezione ufficiale 2017.

 

CINEMA DEL REALE

Assalto al cielo di Francesco Munzi; Ciao amore, vado a combattere di Simone Manetti; Crazy for Football di Volfango De Biasi; Dustur di Marco Santarelli ; Ero malerba di Toni Trupia; Femminismo di Paola Columba; Franca: Chaos and Creation di Francesco Carrozzini; Funne - Le ragazze che sognavano il mare di Katia Bernardi; Fukushima: A nuclear story di Matteo Gagliardi; If only I Were the Warrior di Valerio Ciriaci; Il fiume ha sempre ragione di Silvio Soldini ; Indro: l’uomo che scriveva sull’acqua di Samuele Rossi; I ricordi del fiume di Gianluca & Massimiliano De Serio; L’anima nera di Donald Trump - The Nazi-Hustle di Riccardo Valsecchi; L’attesa di Roland Sejko; Lascia stare i santi di Gianfranco Pannone ; Le romane di Giovanna Gagliardo; Le scandalose di Gianfranco Giagni; Liberami di Federica Di Giacomo; Love is All Piergiorgio Welby, autoritratto  di Francesco Andreotti e Livia Giunti; L’ultima spiaggia di Davide Del Degan e Thanos Anastopoulos; L’uomo che non cambiò la storia di Enrico Caria; Magic Island di Marco Amenta; Nessuno mi troverà di Egidio Eronico; Non voltarti indietro di Francesco Del Grosso; Porno e libertà di Carmine Amoroso; Robinù di Michele Santoro; Saro di Enrico Maria Artale; Spira mirabilis di Massimo D’Anolfi, Martina Parenti; Triokala di Leandro Picarella.

 

DOCUFILM    

Al di qua di Corrado Franco; Chi mi ha incontrato, non mi ha visto di Bruno Bigoni; I cormorani di Fabio Bobbio; I tempi felici verranno presto di Alessandro Comodin; Napoli ‘44 di Francesco Patierno; Ombre della sera di Valentina Esposito; See You in Texas di Vito Palmieri; Sebastiano di Fabrizio Ferrraro; The Challenge di Yuri Ancarani; Vangelo di Pippo Delbono; Varichina, La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis di Mariangela Barbanente e Antonio Palumbo.

 

CINEMA  e SPETTACOLO

A pugni chiusi di Pierpaolo De Sanctis; Acqua e zucchero: Carlo Di Palma, i colori della vita di Fariborz Kamkari; Bozzetto non troppo di Marco Bonfanti; Cinque mondi di Giancarlo Soldi; Dino Risi Forever di Fabrizio Corallo; Enrico Rava, note necessarie di Monica Affatato; Il fischio di famiglia di Michele Russo; La maschera e il sorriso: L’avventura artistica di Mario Carotenuto di Claretta Carotenuto; Nessuno ci può giudicare di Steve Della Casa; Perché sono un genio: Lorenza Mazzetti di Steve Della Casa e Francesco Frisari; Professione Remotti di Silvio Montanaro; Roberto Bolle: L’arte della danza di Francesca Pedroni; Rubando bellezza di Fulvio Wetzl, Laura Bagnoli e Danny Biancardi; Sciuscià ‘70 di Mimmo Verdesca; The Young Pope: A Tale of Filmmaking di Fabio Mollo.        

La selezione ufficiale dei titoli, come da regolamento, riguarda film presentati nel circuito dei Festival nel 2016, usciti in sala, dvd o trasmessi da una rete tv entro il 31 Gennaio 2017. Inoltre, il SNGCI assegnerà alcuni premi e menzioni speciali.
Pubblicato in Cinema

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI