Oscar 2021: "Nomadland" di Chloè Zhao miglior film

Oscar 2021: "Nomadland" di Chloè Zhao miglior film Pagina fb Rialto
Frances McDormand miglior attrice protagonista, Anthony Hopkins miglior attore protagonista.

Si è conclusa la 93esima edizione dei Premi Oscar. A trionfare nella categoria miglior film è stato "Nomadland" di Chloé Zhao, che si aggiudica anche la statuetta per la miglior regia.

Il trionfo del film della Zhao si evince anche nella vittoria di Frances McDormand che vince l’oscar alla miglior attrice per il ruolo di Fern in "Nomadland" una sessantenne che durante la grande recessione sceglie, come altri americani disperati, di vivere da nomade, alloggiando in un van e facendo lavori saltuari Per la McDormand si tratta del terzo Oscar della sua carriera dopo quello del 1997 in "Fargo" e "Tre manifesti a Ebbing, Missouridel 2018. Nel tradizionale discorso di ringraziamento, l’attrice classe ’57 ha citato Macbeth e ha dichiarato: “Non ho parole: la mia voce è nella mia spada. Sappiamo che la spada è il nostro lavoro e a me piace il lavoro, Grazie per averlo riconosciuto e grazie per questo”. Con tanto di ululato di ringraziamento dopo aver detto, brandendo la statuetta vinta da Nomadland», “Questo lo diamo al nostro lupo” in omaggio a Micheal Wolf Snyder, tecnico del suono del film morto suicida.

Fra gli altri riconoscimenti spicca Anthony Hopkins che vince il premio come miglior attore protagonista in The Father dove interpreta un anziano padre affetto da demenza senile. Alla seconda statuetta dopo quella del 1992 per Hannibal Lecter in "Il Silenzio degli innocenti", Hopkins strappa un record: è il vincitore più anziano di sempre.

La notte di Los Angeles, ha portato delusioni all’Italia. Laura Pausini con il brano “Io sì/Seen” colonna sonora del film “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti con Sophia Loren si è dovuta arrendere a “Fight For You” di H.E.R. del film “Judas and the Black Messiah” nella categoria miglior canzone originale. Il brano della Pausini, resta un unico nella notte degli Oscar perché è l’unico brano nella storia italiana ad aver ricevuto una nomination agli Oscar.

Al film "Mank" di David Fincher che racconta la vita dello sceneggiatore Orson Welles, interpretato da Gary Oldman il premio Oscar per la miglior scenografia. Al cartoon Pixar "Soul" il premio per il miglior film di animazione.

Pubblicato in Cinema

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI