Parigi omaggia il grande maestro Ermanno Olmi

Parigi omaggia il grande maestro Ermanno Olmi
La Cinémathèque française dedica un’importante retrospettiva a Ermanno Olmi che verrà inaugurata, il 25 febbraio, dalla proiezione del suo ultimo film Torneranno i prati.

Un appuntamento con il cinema italiano d’autore che si concluderà il 17 aprile.

A 84 anni, il regista celebra la Prima Guerra Mondiale, con un film uscito in Italia nel 2014 proprio in occasione del centenario della Grande Guerra. “Mio padre aveva 19 anni quando venne chiamato alle armi, dichiara il regista bergamasco. A quell’età, l’esaltazione dell’eroicità infiamma menti e cuori soprattutto dei più giovani. Scelse l’Arma dei bersaglieri, battaglioni d’assalto, e si trovò dentro lacarneficina del Carso e del Piave, che segnò la sua giovinezza e il resto della sua vita”. Olmi continua “Ero bambino quando lui raccontava a me e a mio fratello più grande, del dolore della guerra, di quegli istanti terribili in attesa dell’ordine di andare all’assalto e sai che la morte è lì, che ti attende sul bordo della trincea. Ricordava i suoi compagni e più d’una volta l’ho visto piangere. Della 1a Guerra Mondiale non è rimasto più nessuno di coloro che l’hanno vissuta e nessun altro potrà testimoniare con la propria voce tutto il dolore di quella carneficina. Rimangono gli scritti: quelli dei letterati e quelli dei più umili dove la verità non ha contorni di retorica.”

Olmi cerca una volta di più con il suo lavoro a dare voce agli anonimi, a coloro che non hanno un nome, in questo caso ai “militi ignoti” che hanno perso la vita e ai sopravvissuti i cui racconti sono molto più struggenti e veri di quelli nelle pagine dei libri di storia.

Torneranno i prati è un film di una rara bellezza estetica, la fotografia è emozione, come sempre nell’opera di questo cineasta unico. Sono sequenze di una grande umanità che sottolineano l’inutilità di tutte le guerre. “I nemici non sono quelli della fossa di fronte, dichiara il cineasta. Sono coloro che li hanno inviati là. Migliaia e migliaia di giovani sono stati sacrificati per l’arroganza dei potenti, di un’elite dominante. Un sacrificio tanto inutile quanto inumano di cui la natura cancellerà bene presto ogni traccia. Dove tanta gente è caduta invano, i prati rifioriranno”.

Per due settimane, il pubblico parigino potrà vedere quarantaquattro opere di Ermanno Olmi tra film e documentari, da L’albero agli zoccoli (Palma d’oro a Cannes, 1978), a La leggenda del santo bevitore (Leone d’oro a Venezia, 1988), da Il mestiere delle armi (9 David di Donatello, 2001), a Il tempo si è fermato, del 1958, commissionato all’epoca dall’Edison, che da documentario si trasformò nel primo lungometraggio del cineasta bergamasco. In programma anche il suo penultimo film, Il villaggio di cartone (2011), che racconta la storia di una chiesa sconsacrata trasformata in un luogo di accoglienza per clandestini africani. 

I personaggi principali di Ermanno Olmi provengono spesso da classi popolari, sono operai, contadini, persone vere che si confrontano quotidianamente con la drammaticità della vita e le cui storie provocano sempre delle forti riflessioni. 

Pubblicato in Cinema
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

Sit-in sede Cgil

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI