Premio Lumière 2014

Continua l’onda del successo del film di Abdellatif Kechiche "La vita di Adele".

Lea-Seydoux-et-Adele-Exarchopoulos-12-1

Continua l’onda del successo del film di Abdellatif Kechiche "La vita di Adele". L’Académie Lumière, che riunisce circa 200 rappresentanti della critica internazionale a Parigi, ha decretato alla pellicola - già vincitrice della Palma d’oro al Festival di Cannes 2013 – il premio come Miglior film e Miglior regista, nonché all’affascinate Léa Seydoux il riconoscimento come Migliore attrice e all’esordiente Adele Exarchopoulos, il premio Rivelazione femminile dell’anno (entrambe nella foto).

Il Premio Lumière è un riconoscimento assegnato dall’Académie des Lumières ai migliori film e alle principali figure professionali del cinema francese e francofono dell’anno precedente. Il paese scelto per quest’edizione è stato il Belgio. L’attrice e regista Yolande Moreau – meravigliosa interprete dell’umile cameriera-pittrice Séraphine de Senlis in "Séraphine" - è stata l’invitata d’onore della 19esima cerimonia di premiazione, presieduta dalla bravissima ed elegantissima Carole Bouquet. , Sul palco del teatro dell’Espace Pierre Cardin, lunedí 20 gennaio, ad assegnare i premi - l’equivalente dei Golden globe americani - si sono avvicendati diversi attori, registi, produttori francesi e rappresentanti delle istituzioni. Tutti hanno sottolineato l’importanza di questo premio e di come il cinema francese e francofono riesca a far conoscere il lavoro di alcuni cinesti non europei, soprattutto africani, che grazie alla lingua di Molière portano le loro opere in tutto il mondo. «Trovo che il cinema francese ha una bella vitalità artistica, intellettuale e sociale» aveva infatti dichiarato Grazyna Arata, presidente dell’Académie des Lumières aprendo la cerimonia, durante la quale è stato inoltre reso omaggio a due cineasti scomparsi nel 2013: Georges Lautner e Patrice Chéreau. Appuntamento nel 2015 per sapere quali film otterranno la prestigiosa "pantera", simbolo di questo premio.

Cristina Biordi

Pubblicato in Cinema

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI