The Irishman, l'ultimo film di Martin Scorsese

Il regista Martin Scorsese al Festival del Cinema di Roma 2019 Il regista Martin Scorsese al Festival del Cinema di Roma 2019 Foto di Giovanni Currado
The Irishman è l’ultimo film del regista Martin Scorsese ed è disponibile sulla piattaforma streaming Netflix dal 27 novembre 2019. 

Il film è un mafia-movie e vanta un cast eccezionale: Robert De Niro (Oscar miglior attore non protagonista nel 1975 ne il padrino – Parte IIe Premio Oscar miglior attore protagonista nel 1981 nel film Toro Scatenato), Al Pacino (Premio Oscar miglior attore 1993 nel film Scent of a Woman – Profumo di donna) e Joe Pesci (Premio Oscar miglior attore non protagonista 1991 nel film Quei Bravi Ragazzi). 

The Irishman è l’adattamento cinematografico del saggio del 2004 di Charles Brandt "L’irlandese. Ho ucciso Jimmy Hoffa", basato sulla storia del sindacalista e mafioso statunitense Frank Sheeran

Dal film vediamo De Niro/Sheeran come un padre protettivo e amorevole, servitore della comunità, protettore dei più deboli ma…c’è un però…tutto questo è subordinato ad un “bene superiore” la devozione verso la mafia, verso la famiglia Bufalino, di Russel Bufalino (Joe Pesci). 

E quindi il distacco fra famiglia e famiglia è inevitabile, e Sheeran non recupererà mai del tutto il rapporto con una delle figlie, che ha capito quello che il padre fa quando non è a casa, ovvero il sicario, il galoppino della mafia. 

Un legame con la malavita che lo poterà a tradire pure gli amici Hoffa/Al Pacino, perché alla famiglia non si può dire di no. Ma oltre a questo The Irishman mette in primo piano un altro elemento importante, che quasi fa da contro altare al legame della famiglia mafiosa, ovvero la solitudine. Sheeran è un uomo solo, che non può più gestire i suoi tempi (si trova in una casa di riposo circondato da infermieri), con tutti i suoi amici ormai passati a miglior vita, i suoi affetti più cari sono sempre più distanti ma nonostante ciò è un uomo che non si pente di nulla e che rifarebbe tutto, ancora una volta. 

Il regista, come suo solito, non vuole fare nessun tipo di morale ma soltanto mostrare al pubblico un punto di vista duro, difficile, crudo della vita divisa fra ascesa e decadimento.

Il cast fantastico non poteva deludere le aspettative in quanto qualità recitative e fra i tre spicca in questa pellicola Joe Pesci che interpreta il boss malavitoso della famiglia Bufalino. Restano comunque impeccabili Al Pacino con il suo personaggio carismatico e De Niro, protagonista del film.  

Molto interessante anche come Scorsese abbia fatto luce su quel cono d’ombra della storia americana e del suo boom economico e non potevano mancare i riferimenti a Nixon e alla famiglia Kennedy.

Non sono però mancate le critiche degli utenti di Netflix per la pellicola di Scorsese, che ha diviso i fruitori della piattaforma. Sotto accusa è la durata, 3 ore e mezza, ed il ritmo lento per molto tratti del film. Al contrario i fan del film seguono la critica che ha applaudito il regista americano (Oscar al miglior regista 2007 per The Departed – il bene e il male) elogiando il film sotto tutti i punti di vista. 

The Irishman è un film assolutamente da guardare, da gustare in tutte le sue 3 ore e mezza, apprezzando la recitazione di un cast stellare in un mafia-movie ben diretto da Scorsese. 

Pubblicato in Cinema

Fotonews

Teatro Valle intitolato a Franca Valeri

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI