Trieste Film Festival: un quarto di secolo e tante novità

Trieste Film Festival, da 25 anni alla scoperta dei migliori talenti delle cinematografie dell’Europa centro orientale, festaggia il suo quarto di secolo con un programma che - dal 17 al 22 gennaio - darà spazio ai tradizionali concorsi internazionali (lungometraggi, cortometraggi, documentari), a eventi speciali, omaggi e numerosi incontri.

Trieste-FilmFestival

Trieste Film Festival, da 25 anni alla scoperta dei migliori talenti delle cinematografie dell’Europa centro orientale, festaggia il suo quarto di secolo con un programma che - dal 17 al 22 gennaio - darà spazio ai tradizionali concorsi internazionali (lungometraggi, cortometraggi, documentari), a eventi speciali, omaggi e numerosi incontri. La rassegna, diretta da Annamaria Percavassi e Fabrizio Grosoli, ospiterà anche quest’anno le sue proiezioni al Teatro Miela e alla Sala Tripcovich. Tra le numerose novità di quest’edizione la possibilità, grazie MYmovies.it di seguire la manifestazione in streaming su Mymovieslive.

All’ombra di San Giusto, ad aprire il festival sarà alla Sala Tripcovich, il 17 gennaio in anteprima italiana, l’ultimo film di Danis Tanović (cineasta premiato con l’oscar nel 2001 per No Man’s Land) dal titolo “Epizoda U Životu Berača Željeza” (Un episodio di un raccoglitore di ferro), una coproduzione bosniaco, francese, slovena con la partecipazione anche di Rai Cinema.

Come sempre i tre concorsi, che costituiscono il nucleo più corposo del programma, offrono un aggiornamento puntuale sulla produzione più recente dell’area di riferimento e quest’anno confermano la tendenza emersa già in altri festival: la presenza del documentario si va facendo sempre più autorevole, capace ormai di cogliere la vita e lo spirito del nostro tempo in modo forse più incisivo di quanto sappia fare la fiction di fronte alla criticità sociale e allo spaesamento dell’individuo privo di certezze.

Grazie al suo successo, assume sempre più importanza il forum per progetti di coproduzione tra Est e Ovest Europa “When East Meets West” (quest’anno con un focus sul Benelux), che porta a Trieste decine di operatori del settore – tra produttori, distributori, buyers e sales agents – estremamente qualificati. Il WEMW, voluto e organizzato dal Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia, fa ormai parte integrante del programma del festival triestino proponendo gli Italian Screenings, selezione di titoli che si sono segnalati recentemente in festival prestigiosi in cerca di un venditore internazionale.

È uno degli appuntamenti più attesi del TFF, oggi alla sua quarta edizione, l’assegnazione del Premio Corso Salani riservato a opere italiane indipendenti e low budget – nello spirito del cineasta scomparso nel 2010 – in corso di realizzazione, ed è inteso come contributo al completamento dell’opera vincitrice sia attraverso un servizio di tutoring da parte dell’Associazione sia attraverso un finanziamento pari a 8.000 euro. La giuria, composta da Chicca Bergonzi, Maurizio Di Rienzo, Grazia Paganelli, Monica Rametta e Massimo Causo, ha decretato 5 finalisti: “Frastuono” di Davide Maldi e Lorenzo Maffucci (regia di Davide Maldi); “Storie del dormiveglia” di Luca Magi; “Let’s go” di Antonietta De Lillo e Giovanni Piperno; “Nello” di Alessandra Locatelli e “Voglio dormire con te” di Mattia Colombo.

Alle sezioni competitive si affianca anche quest’anno “Sorprese di genere”, seguitissima sezione che allarga lo sguardo verso nuove tendenze più "popolari" all’interno della produzione cinematografica dell’Europa Centrale e Orientale, proponendo film che hanno avuto grande riscontro al botteghino nei paesi da cui provengono. Altro evento speciale “1914-2014 I cento anni della Grande Guerra” con la proiezione del film di Mario Monicelli, “La Grande Guerra” e de “I sentieri della gloria” (In viaggio con Mario Monicelli sui luoghi della grande guerra) di Gloria De Antoni. Alle proiezioni è abbinata la mostra presso la Sala Tripcovich “I Sentieri della Gloria”, realizzata dalla cineteca del Friuli: una quindicina di scatti sul set del “La Grande Guerra”, e altrettante foto fatte nel 2004 durante le riprese del documentario di Gloria De Antoni. TFF quest’anno avvia, in collaborazione con Mattador, Premio Internazionale per la Sceneggiatura dedicato a Matteo Caenazzo, un workshop intensivo di formazione: “Eastweek, scriptwriting workshop for new talents” incentrato sullo sviluppo di soggetti cinematografici e coordinato dallo sceneggiatore Andrea Magnani. Tra le interessanti novità di quest’anno la sezione “TFF Arthouse - tre titoli in programma al Teatro Miela - realizzata in collaborazione con Sky Arte: “una piccola vetrina dove arte e cinema si intrecciano dando vita a nuove forme d’espressione artistica o sottolineando la grandezza ma anche l’umanità di grandi artisti del nostro tempo” come afferma Nicoletta Romeo, responsabile della programmazione del festival. A chiudere la kermesse cinematografica la proiezione del film “Wałesa, man of hope”, diretto dal celebre regista polacco Andrzej Wajda (premiato con un Oscar e un Orso d’Oro alla carriera), ispirato alla vita del premio Nobel, Lech Wałesa, e presentato all’ultima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Cristina Biordi

Pubblicato in Cinema
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI