VENDOLA PRESENTA A VENEZIA BIFEST BARI

Si svolgera' a gennaio la prima edizione del BIF&ST, ovvero il Bari International Film&TV Festival. E' una delle proposte della presidenza della Regione Puglia, per far emergere il territorio ad eccellenza culturale nel panorama italiano e internazionale.

 

ULTIME NOTIZIE SUL BIFEST QUI

 

(AGI) - Venezia, 5 set. -"Il Festival del Cinema di Bari, il BIFEST, non e' un elemento effimero, piuttosto un segno forte di un nuovo modello di sviluppo alternativo. E' una scelta civile in controtendenza rispetto alle politiche del Governo e alla sua lettura sbagliata della crisi internazionale. Non c'e' niente di piu' politico che un Festival, strumento fondamentale per sprovincializzarsi e uscire da un localismo deteriore". Lo ha affermato il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, a Venezia per la presentazione alla stampa della prima edizione, dopo il "numero zero" di quest'anno, del BIFEST, il Bari International Film & Tv Festival, in programma nel capoluogo regionale dal 23 al 30 gennaio 2010. Alla conferenza hanno partecipato l'assessore Regionale al Mediterraneo Silvia Godelli, il sindaco di Bari Michele Emiliano, il direttore artistico della manifestazione Felice Laudadio e il direttore dell'Apulia Film Commission Silvio Maselli. bifest_2"Questo Festival - ha proseguito Vendola - e' la prova tangibile di quanto la Regione Puglia rifiuti l'idea di omologazione culturale e sottomissione al pensiero unico. Il BIFEST e' un'officina di progetti e visioni lungimiranti, che si associa a tutte le altre programmazioni contenute nelle nostre politiche culturali con particolare riguardo verso le giovani generazioni". "Abbiamo appena cominciato - ha concluso Vendola - speriamo di poter continuare con orgoglio e umilta' a proseguire il cammino che abbiamo fatto finora"."Se la citta' di Bari oggi e' protagonista al Festival del Cinema di Venezia e se, come sta accadendo in queste settimane, Bollywood sta girando in Puglia due diversi film e grandi registi stanno portando qui le loro produzioni, significa la nostra terra si sta finalmente aprendo al mondo": con queste parole il sindaco Emiliano e' intervenuto alla presentazione del Bif&st. "Quando fu offerto all'Amministrazione comunale di far parte dell'Apulia Film Commission - ha continuato Emiliano - ero consapevole che si trattava di uno strumento del quale non potevamo fare a meno, al quale affidare l'aspettativa di cambiamento nella nostra regione. Per questa ragione ero contento di cominciare questa esperienza, ma al tempo stesso timoroso e scettico per la sfida che ci attendeva.Quell'aspettativa, possiamo affermare oggi con orgoglio, e' una realta' grazie alla quale Bari si accinge ad ospitare nel mese di gennaio un appuntamento imperdibile con il cinema nazionale e internazionale"."Il primo grande raduno spontaneo di registi e filmaker che la citta' ricordi - ha sottolineato il sindaco di Bari - e' avvenuto proprio in occasione dell'abbattimento dell'ecomostro di Punta Perotti. Decine di cineasti provenienti da tutta Europa si sono ritrovati a Bari per seguire un evento il cui significato andava ben oltre la spettacolare demolizione. Quelle immagini testimoniano che esiste un Sud che non svende la propria dignita', che cammina a testa alta e non si piega di fronte ai potenti di turno. Un Sud che rispetta le regole e che, senza colpi di testa, sa farsi esempio di legalita' e di coraggio". "In questi anni abbiamo vissuto un cambiamento difficile ma determinato - ha concluso Emiliano - guardiamo quindi al Bif&st con grande ottimismo e ci aspettiamo molto da questo straordinario progetto presentato oggi al Lido di Venezia. A gennaio Bari sara' felice di accogliere tutti gli appassionati di cinema e di cultura e, sono certo, sapra' conquistarli". (AGI)

  

Pubblicato in Cinema

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI