Venezia 73: Grande Cinema d’autore al Lido

locandina locandina biennale.org
55 lungometraggi, suddivisi equamente tra Concorso, Fuori Concorso e la sezioni Orizzonti. Presentato oggi il ricco programma della 73ma edizione del Festival del Cinema di Venezia

che si terrà da 31 agosto al 10 settembre 2016. Importante la lista dei titoli in competizione, a partire dal film d’apertura, il musical “La La Land” di Damien Chazelle, starring Ryan Gosling e Emma Stone, attesissimo al Lido, dopo un trailer scintillante e sfolgorante, e aver regalato al pubblico qualche anno fa il meraviglioso “Whiplash”. In competizione poi, il direttore artistico Alberto Barbera cala l’asso con il documentario ultratrentennale sul quale stava lavorando Terrence Malick. “Voyage of Time”, con la voce narrante di Cate Blanchett. Da segnalare poi il film di 3D di Wim Wenders “Les Beaux jours d’Aranjuez” e il ritorno molto atteso di Pablo Larraìn “Jackie”, coproduzione tra Stati Uniti e Cile, con Natalie Portman nei panni della moglie del Presidente più amato degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy. Interpretazione già in odore di oscar, per gli addetti ai lavori. Segnaliamo anche l’opera seconda di Tom Ford “Nocturn Animals”, con Jake Gyllenhaal e Amy Adams.  L’attrice americana è presente al Lido con un altro film in concorso “Arrival” del canadese Denis Villeneuve, un film di fantascienza su un contatto alieno, presentato in anteprima mondiale al Lido e in uscita negli States il prossimo novembre. Per gli Stati Uniti, da segnalare la presenza del regista indie americano Derek Cianfrance (l’autore di “Blue Valentine”) che al Lido porta il suo “The Light between Oceans”, una storia d’amore girata tra L’Australia e la Nuova Zelanda, con i protagonisti Michael Fassbender e Alicia Vikander, coppia sullo schermo e nella vita. Per andare sulle altre latitudini,  in concorso anche il regista cult filippino Lav Diaz, con “The Woman who left”, della durata di “soli” 226 minuti. Da segnalare poi il film di Emir Kusturica, dalla lavorazione travagliata “On the Miilky Road” con Monica Bellucci e “Frantz”, il niovo film di François Ozon.

Sul fronte italiano tre i film nostrani in gara: “Questi giorni” di Giuseppe Piccioni, una storia di un viaggio di formazione on the road di quattro ragazze in direzione Belgrado; poi “Piuma”, opera seconda del regista italo-inglese  Roan Johnson, con protagonisti una coppia di giovane che devono fare i conti con un gravidanza improvvisa e inattesa; e infine, maggior curiosità viene da “Spina Mirabilis”, documentario  a quattro mani diretto da Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, una sinfonia di immagini  su quattro elementi: acqua, terra, fuoco e aria.  Tanti poi i registi nostrani da segnalare al di fuori del concorso: Gabriele Muccino torna al Lido dopo quindici anni con “L’estate addosso”, road movie girato in California  nella sezione Cinema nel Giardino, poi l’opera seconda di Kim Rossi Stuart “Tommaso, protagonisti lo stesso Rossi Stuart, con Jasmine Trinca e Cristiana Capotondi. Infine da ricordare il il documentario “Assalto al cielo” di Francesco Munzi.

Infine la 73ma Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia sarà dedicata a due grandi autori, scomparsi di recente: Abbas Kiarostami e Michael Cimino.  Il primo ha cambiato il nostro modo di guardare e di riflettere sulle immagini in movimento, il secondo avrebbe cambiato il volto del cinema americano ancor più di quanto non sia riuscito a fare prima che gli fosse tolta la possibilità di esprimersi compiutamente. Un duplice Omaggio sarà programmato nel corso della manifestazione. Di Michael Cimino verrà riproposto uno dei suoi film più belli e, in parte, sottovalutato: L’anno del dragone (1985), con Mickey Rourke. Di Abbas Kiarostami, invece, un programma speciale composto da un cortometraggio digitale inedito della serie 24 Frames (alla quale il regista iraniano stava ancora lavorando), e THIS IS MY FILM: 76 Minutes and 15 Seconds with Kiarostami, un film di montaggio appositamente realizzato da Seifollah Samadian, fedele amico e storico collaboratore di Abbas,  che per oltre venticinque anni ne aveva filmato l’attività e raccolto le riflessioni sul cinema, la fotografia, l’arte e la vita.

Pubblicato in Cinema
Giacomo Visco Comandini

Laureato alla Sapienza, dal 2008 è uno dei redattori di Enel.tv, la televisione aziendale di Enel. Appassionato di cinema, ha collaborato per la rivista Filmaker’s MagazineIl Riformista e la Repubblica

Fotonews

Proteste lavoratori Alitalia

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI