I numeri “dell’altra editoria”… Le fiere del fumetto in Italia battono quelle del libro

I numeri “dell’altra editoria”… Le fiere del fumetto in Italia battono quelle del libro
«Sembra di essere al "Romics", solo che… invece dei fumetti ci sono i libri».

Per chi non lo sapesse, il Romics è uno degli appuntamenti più importanti per gli amanti del fumetto e dei giochi (da tavolo, di ruolo…), che si tiene due volte all’anno a Roma, presso il polo fieristico nei pressi di Fiumicino.

Per chi non l’avesse ancora capito, invece, la frase di cui sopra è stata orecchiata dalla sottoscritta a Più Libri, Più Liberi, fiera dell’editoria libraria di Roma che si tiene in dicembre alla Nuvola di Fuksas. Non è un caso che la maggior parte dei ragazzi veda la fiera del libro – a cui partecipano grazie alla proposta delle scuole – come “una copia” di quella dei fumetti; e in effetti è così, perché la prima fiera del fumetto nel nostro paese (Salone Internazionale dei Comics) è stata inaugurata nel 1965, mentre il Salone Internazionale del Libro di Torino ha preso il via nel 1988. In ogni modo, da diversi anni, “l’altra industria dell’editoria” è in grande fermento: i più giovani ne sono attirati come le api al miele, ma non solo loro; il fumetto e il gioco piacciono un po’ a tutti, a maschi e femmine, a giovani e adulti.

La fortuna di questo genere è data anche dall’interesse di produttori televisivi/cinematografici che hanno trovato un modo semplice per raggiungere grossi fatturati (quando qualcosa funziona, si possono produrre serie tv e film fino allo sfinimento del pubblico). Ma al di là dei colossi americani Marvel che da decenni dominano il settore, anche i prodotti di nicchia stanno cominciando ad avere soddisfazioni. Un bel traguardo di quest’anno, tutto italiano, è quello raggiunto da Zerocalcare che dal 13 settembre vedrà sui grandi schermi un film tratto dal suo primo storico volume a fumetti “La profezia dell’Armadillo”.

Ma se l’interesse per i comics e le graphic novel è ormai palpabile, quello che stupisce è l’interesse dei più giovani per convention e fiere sull’argomento. I numeri, soprattutto per le manifestazioni più blasonate, sono incredibili e tendono a salire anno dopo anno. Va da sé che negli ultimi tempi sono fioriti numerosi eventi che raccolgono bacini di pubblico non trascurabili; ecco quelli da non perdere.

 

Romics (4-7 ottobre 2018; 4-7 aprile 2019)

https://www.romics.it/it

Fiera del fumetto che si tiene a Roma due volte all’anno. Si tratta di un evento tra i più grandi nel nostro Paese che ha contato ad aprile 2018 ben 200 mila presenze. Da anni l’evento della Capitale accoglie anche la grande letteratura di intrattenimento, dallo Young Adult al fantastico per adulti. Anche quest’anno, il programma letterario si amplia ospitando grandi autori italiani e stranieri.

 

Lucca Comics & Games (31 ottobre – 4 novembre 2018)

https://www.luccacomicsandgames.com/

Probabilmente si tratta dell’evento più suggestivo d’Italia. Tra i mesi di ottobre e novembre, la bellissima cittadina toscana si colora di fantasia e creatività, all’interno delle antiche mura medioevali si respira un’aria di festa da mattina a tarda sera. Il Lucca Comics è sicuramente la fiera da prendere a modello per lo sviluppo della sua struttura e per l’interesse sempre crescente da parte del pubblico. Basti pensare che nel 2017 si sono raggiunte le 500.000 presenze con oltre 270.000 biglietti venduti (in alcune aree si può accedere senza pagare il biglietto). Dal 1993, primo anni di attività, c’è stato un incremento di popolarità di ben 240.000 visitatori paganti.

 

Modena Play (5-6-7 aprile 2019)

https://www.play-modena.it

Anche se dedicato al mondo del gioco, il Modena Play è un must, arrivata quest’anno alla decima edizione. L’area è divisa in Play Kids, un padiglione dedicato ai bambini e alle famiglie, Play Village un padiglione che assomiglia più a un villaggio per i giochi di ruolo dal vivo e Indipendence Play, un’area tematica dedicata agli autori di giochi, agli editori e alle associazioni. Un evento profondamente vivace che mette a disposizione 1.800 tavoli da gioco facendo interagire attivamente 12.000 persone.

 

Cartoomics (8-10 marzo 2019)

http://www.cartoomics.it

Nella città di Milano, polo fieristico per eccellenza, non poteva mancare un evento dedicato ai fumetti. Il Cartoomics da un paio d’anni se la deve vedere con Tempo di Libri (entrambi gli eventi si tengono nel mese di marzo), ma di certo è riuscita ad attutire il colpo. Arrivato alla sua 25esima edizione, è l’evento più significativo del Nord; nel 2018 si è raggiunto il record storico di 96.000 visitatori.

 

Napoli Comicon (aprile-maggio 2019)

https://www.comicon.it

Probabilmente un appuntamento d’eccellenza nel Sud, il Napoli Comicon è un’istituzione perché ogni anno accoglie moltissimi ospiti illustri e maestri del fumetto del calibro di Frank Miller e Milo Manara. La ventesima edizione si è chiusa con i numeri da record di 150.000 visitatori e 600 eventi dedicati al cinema, serie tv, fumetto, giochi di ruolo… Buffo leggere la storia raccontata dal direttore Claudio Curcio, che definisce la prima edizione del 1998 «un’edizione memorabile, molto apprezzata dal pubblico, dagli operatori, dai partecipanti e dalla critica. E fallimentare. Economicamente».

Non potevamo che chiudere con questa dichiarazione, pensando a quanto il genere del fumetto (del gioco e delle attività collaterali) stia vivendo un momento di incredibile successo. Se incrociamo i dati delle fiere del libro più importanti (Torino, Roma e, da poco, Milano), ci rendiamo conto che la Roma, la Napoli e la Lucca dei fumetti sono situate in altri pianeti di fatturato e soprattutto di interazione.

Per noi che frequentiamo gli eventi dedicati al libro è stupefacente il concetto di “partecipazione attiva”, di “interazione vera”. Nonostante a PLPL o al Salone del Libro ci siano numeri ancora confortanti di visitatori, non c’è anno in cui non ci si lamenti delle scarse vendite o dello scarso interesse dei lettori, soprattutto per i prodotti delle case editrici indipendenti. Le fiere del fumetto invece sono realtà in cui anche un piccolo editore può dichiarare sold out e dove nascono nuove idee (vengono proposti beta testing dei giochi, ad esempio, facendo un grandissimo lavoro di marketing sul campo).

Più ci ragiono e più mi rendo conto che questa è la chiave del successo, da cui dovremmo prendere spunto per trovare un modo di generare interesse attivo verso i libri.

L’editoria libraria spostandosi nella direzione della graphic novel sta cercando di inserirsi in questo canale che anno dopo anno incrementa i suoi sostenitori, lo fa però con un approccio, a mio avviso, vecchio, stantio, elitario. In una parola: sbagliato.

Guardare dunque più in là del nostro naso non è mai una cosa sbagliata; la parola d’ordine deve essere partecipazione, di grandi e piccoli, per farli tornare a leggere e a divertirsi.

Letto 1455 volte

Ultima modifica il Mercoledì, 12/09/2018

Pubblicato in Coffee time
Lidia Sirianni

Agente letterario per la Bennici & Sirianni. L'agenzia nasce a Roma con lo scopo di far emergere opere letterarie di qualità, offrire consulenze specializzate per autori già affermati, scoprire nuovi talenti. Rappresenta anche cataloghi di case editrici italiane all'estero e di case editrici straniere in Italia.

http://www.agenzia-letteraria.it
www.facebook.com/benniciesirianni/
@BeS_AgLet

 

Fotonews

Conferenza Stampa Festa della Musica

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI