“Chissà se i pesci piangono” di Danilo Dolci alla Biblioteca “Goffredo Mameli”

“Chissà se i pesci piangono” di Danilo Dolci alla Biblioteca “Goffredo Mameli”
Verrà presentato sabato 23 marzo 2019 alle ore 11 presso la Biblioteca “Goffredo Mameli” - via del Pigneto 22 - a Roma il libro di Danilo Dolci “Chissà se i pesci piangono. Documentazione di un’esperienza educativa” (Mesogea). Interverranno Amico Dolci (curatore del libro) e Tiziana Rita Morgante (insegnante e saggista). Gli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale via Cortina leggeranno alcune poesie di Danilo Dolci.

Chissà se i pesci piangono, pubblicato per la prima volta da Einaudi (Torino) nel 1973, è una fra le più significative testimonianze di quella «urgenza di un nuovo impegno educativo» che, all'indomani delle lotte per la diga sullo Jato e di fronte alla disastrosa situazione delle scuole sui territori colpiti dal terremoto (ma non solo), traduceva la necessità di dar vita a «centri educativi intimamente correlati al lavoro per lo sviluppo dell'ambiente».

Il volume documenta tutte le fasi del confronto diretto fra le persone che, attraverso riunioni, laboratori, seminari, condividevano la necessità e le ragioni di quel nuovo impegno educativo: genitori, bambini, ragazzi, insegnanti ma, come riportato nell'ultima parte del libro, anche educatori, musicisti ed intellettuali di differente provenienza.

Chissà se i pesci piangono è un libro di straordinario impegno civile ed umano in cui è possibile ascoltare le differenti voci della nostra storia recente e riconoscere istanze ed urgenze del nostro presente. Come scriveva lo stesso autore, «ad un lettore attento penso risulterà tutto chiaro, anche oltre le parole».

Danilo Dolci (Sesana - TS -, 1924 - Partinico - PA -, 1997) Ha svolto un’attiva opera di assistenza sociale nelle aree depresse del Mezzogiorno, di cui, con i suoi scritti fra inchiesta sociologica e romanzo, ha indagato ed illuminato numerose difficoltà. Fra i suoi libri ricordiamo Banditi a Partinico (1955), Inchiesta a Palermo (1957), Spreco (1960), Conversazioni (1962), Racconti siciliani (1971), Non esiste il silenzio (1974), Da bocca a bocca (1981). Ha pubblicato anche raccolte di versi (Poesie - 1956 - Creatura di creature - 1979 - Palpitare di messi - 1985).

Chissà se i pesci piangono. Documentazione di un’esperienza educativa di Danilo Dolci, pubblicato da Mesogea (Messina) nella collana “La grande”, a cura di Amico Dolci e con uno scritto di Gianni Rodari, è disponibile in libreria e online da novembre 2018.

 

Pubblicato in Editoria

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.


Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI