Cinema, evoluzione, neuroscienze di Murray Smith

Cinema, evoluzione, neuroscienze di Murray Smith
In libreria da novembre 2022 “Cinema, evoluzione, neuroscienze. Un’estetica naturalizzata del film” (Dino Audino Editore) di Murray Smith.

In che modo la scienza può contribuire ad arricchire l’analisi dell’esperienza della visione di un film? Fino a che punto è possibile spingersi nella cooperazione fra le discipline umanistiche e le scienze naturali e sociali? Quali sono i vantaggi e i rischi di tale interazione? Come reagire e rispondere allo scetticismo che aleggia attorno a questa proposta?

Fra ardite manovre teoriche e approfondite analisi di film classici e contemporanei, Cinema, evoluzione, neuroscienze cerca coraggiosamente di rispondere a tali domande e delinea un nuovo modo di concepire il coinvolgimento dello spettatore/spettatrice. Se vedere un film significa sperimentare la vita in una forma più intensa, il libro dimostra come un’estetica naturalizzata del cinema sia in grado di aiutarci a comprendere il desiderio di abitare i mondi della finzione e della narrazione audiovisiva a partire dallo studio della nostra natura umana.

 

Murray Smith è professore di Philosophy, Art, and Film presso la University of Kent, dove dirige l’Aesthetics Research Centre. È stato presidente della Society for Cognitive Studies of the Moving Image. Il suo Engaging Characters: Fiction, Emotion, and the Cinema (1995; seconda edizione rivista 2022) è un classico degli studi cognitivisti sul ruolo delle emozioni nell’esperienza filmica. Ha curato importanti volumi collettanei come Film Theory and Philosophy (1997), Contemporary Hollywood Cinema (1998) e Thinking Through Cinema (2006).

 

Cinema, evoluzione, neuroscienze. Un’estetica naturalizzata del film di Murray Smith, Prefazione di Adriano D’Aloia, pubblicato da Dino Audino Editore nella collana “Ricerche”, è disponibile in libreria e online da novembre 2022.

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.